rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca

Tenta una rapina alla sala slot armato di pistola: fermato un 50enne

L'episodio si è verificato a San Giovanni del Tempio di Sacile. L'uomo è stato intercettato a Mercato San Severino, in provincia di Salerno

Tentata rapina a San Giovanni del Tempio di Sacile. Un uomo di 50 anni, A.M., lo scorso 25 gennaio è entrato all'interno di una sala slot armato di pistola e dopo aver consumato un caffè, ha intimato a una dipendente di mettere dei soldi dentro una busta. Il personale della sala slot ha chiamato i carabinieri che hanno avviato un indagine per ricostruire e identificare l’autore del reato.  I militari hanno chiesto il supporto dei colleghi di Salerno, che hanno eseguito la misura cautelare emessa dal gip Francesca Ballore del Tribunale di Pordenone. Il responsabile della tentata rapina dovrà dunque presentarsi davanti all'ufficio di polizia giudiziaria della stazione di Mercato San Severino. 

I fatti

L'episodio si è verificato a San Giovanni del Tempio di Sacile. Il 50enne si è presentato davanti alla dipendente di nazionalità cinese con una pistola nella giacca e una busta di plastica, ordinandole di metterci dentro del denaro. In quel momento, però, è passato un altro dipendente della sala slot. Ed è a quel punto che l'uomo ha deciso di riprendersi la busta chiedendo alla donna di non dire niente a nessuno. 

Il personale ha denunciato il fatto ai carabinieri che non solo hanno ascoltato i testimoni ma si sono serviti delle riprese delle telecamere per ricostruire e identificare l’autore del delitto. Dai controlli e dalle perquisizioni è emerso che l’uomo è solito frequentare le sale slot. Ma dall'indagine è stato riscontrato un altro fatto: il 50enne si era già diretto in quel locale il lunedì precedente senza giocare. L'uomo, infatti, ha osservato il sistema di video sorveglianza e le abitudini dei dipendenti per poi tornare nella serata di giovedì per mettere a segno la rapina.

Gli elementi raccolti dai carabinieri hanno permesso al Sostituto Procuratore della Repubblica di Pordenone Andrea Del Missier, di richiedere al Gip il provvedimento restrittivo emesso il 16 febbraio scorso. Dopo la tentata rapina A.M. ha fatto perdere le proprie tracce, ma sono bastati pochi giorni agli investigatovi per intercettarlo nell’abitazione dei genitori a Mercato San Severino. Durante la perquisizione è stata sequestrata una riproduzione di un’arma semiautomatica di un modello simile alla Beretta 92 senza tappo rosso.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta una rapina alla sala slot armato di pistola: fermato un 50enne

PordenoneToday è in caricamento