rotate-mobile
Cronaca

Tentata rapina a Venezia: fermato un sospettato

Il colpo è avvenuto nella serata di domenica 18 febbraio nella zona di Cavallino Treporti. Uno dei proprietari è rimasto ferito a una gamba

I carabinieri hanno fermato un uomo ritenuto tra i responsabili della tentata rapina nel veneziano in un'abitazione a Cavallino Treporti. Farebbe parte dei tre banditi entrati in azione nella serata di domenica 19 febbraio, ferendo a una gamba il 33enne Alberto Biondo. 

Dalle prime informazioni, il sospetto è stato fermato già nella serata di domenica, poche ore dopo la rapina. Gli investigatori si sono serviti in questo caso delle riprese del sistema di videosorveglianza per ricostruire la vicenda e individuare l'auto, una Lancia Delta, e i responsabili del colpo.

Il fatto, come riporta VeneziaToday, è avvenuto intorno alle 19 nella località Ca’ Ballarin. Un gruppo di  tre persone, con i volti coperti, si è introdotto nella villa quando ormai era già buio. Dopo essere entrato nella villa si è trovato di fronte agli anziani proprietari. I banditi avrebbero cercato di immobilizzarli, ma le grida dei titolari hanno però attirato l'attenzione dei familiari che si trovano nell'altra casa: il nipote, di 33 anni, e i suoi genitori. 

A quel punto è scaturita una colluttazione tra i ladri e i proprietari della casa. La situazione è degenerata dopo che uno dei rapinatori ha sparato un colpo di pistola che ha raggiunto la gamba del 33enne, trasferito all'ospedale di Mestre. Il ragazzo non sarebbe in gravi condizioni. I ladri sono poi fuggiti e hanno fatto perdere le loro tracce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata rapina a Venezia: fermato un sospettato

PordenoneToday è in caricamento