Cronaca / via della motta

Tre nuovi agenti per il carcere di Pordenone

In totale saranno ventuno in tutto il Friuli Venezia Giulia

Ci sanno tre nuovi poliziotti per sopperire alla  carenza di organico che tocca anche il Castello di Pordenone. Con la conclusione del 183° Corso Allievi della Polizia Penitenziaria saranno inviati ventuno agenti in Friuli Venezia Giulia: sette a Trieste, sei a Udine, tre a Gorizia e due a Tolmezzo.  “I nuovi agenti contribuiranno al miglioramento delle condizioni lavorative di chi vive il carcere, un’iniezione di forze nuove per dare sollievo agli istituti che soffrono le conseguenze di anni e anni di abbandono da parte dei governi precedenti”, dichiara il sottosegretario di Stato alla Giustizia Andrea Delmastro.

In totale saranno 1.704 gli operatori che entreranno in servizio in tutti gli Istituti penitenziari italiani. “Ringraziamo il sottosegretario per quanto sta facendo per la Polizia Penitenziaria, continueremo a lavorare al suo fianco per il bene del nostro territorio. Si tratta di un primo importante step, a cui seguirà a brevissimo l’avvio del cantiere del nuovo carcere a San Vito al Tagliamento. Risposte concrete al problema del sovraffollamento. Che non si risolve certo con un “sinistro” svuota carceri, ma con strutture moderne e adeguate alla popolazione carceraria, a tutti gli agenti e operatori” dichiarano il Ministro per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani e il deputato Emanuele Loperfido di Fratelli d’Italia.

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre nuovi agenti per il carcere di Pordenone
PordenoneToday è in caricamento