rotate-mobile
blitz dei carabinieri

Truffa dell'auto in panne e dell'anello d'oro: fermati due rumeni

Chiedevano soldi per fare benzina in cambio di monili che risultavano poi contraffatti

Da qualche tempo lungo le strade principali di Aviano e San Quirino è stata segnalata da più utenti la presenza di soggetti che simulano l’avaria della loro vettura e chiedono soccorso agli automobilisti in transito fermandoli a gesti. A questi, poi, chiedono soldi per l’acquisito di carburante offrendo in cambio degli anelli in oro (che poi risultano essere falsi). Questa truffa ha coinvolto cittadini italiani e anche militari statunitensi della base di Aviano. 

L’attività svolta dai Carabinieri di Aviano, sin dalle prime segnalazioni, svolta sia mediante la visione delle immagini di videosorveglianza e lettori targhe dei due comuni, sia mediante servizi di osservazione, controllo e pedinamento, ha permesso di identificare alcuni truffatori dediti a queste attività.
Due persone sono state deferite alla Procura di Pordenone per il reato di truffa e vendita di prodotti contraffatti o alterati: 
in un caso, avvenuto a marzo, T.G., 50enne rumeno in Italia senza fissa dimora, stava chiedendo aiuto agli automobilisti in transito in località Castello di Aviano, offrendo in cambio oro. Un carabiniere della Stazione di Aviano, libero dal servizio, in transito lungo la via IV novembre, si è fermato e, dopo aver ricevuto la proposta del truffatore di un anello in cambio di denaro, lo ha identificato e ha sequestrato il monile contraffatto. 
Ad aprile invece, dopo una segnalazione pervenuta al 112, i carabinieri della Stazione di Polcenigo si sono recati a San Quirino dove hanno identificato G:I., 46enne rumeno anche lui senza fissa dimora, il quale, a bordo di una Mercedes con targa inglese, è stato trovato in possesso di un anello in oro che stava proponendo agli automobilisti in cambio di denaro.

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dell'auto in panne e dell'anello d'oro: fermati due rumeni

PordenoneToday è in caricamento