Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Truffe e raggiri via sms: crescono le segnalazioni a Pordenone

Le denunce di Asfo e Livenza Tagliamento Acque dopo gli ultimi casi emersi in provincia

Crescono i disagi tra gli utenti a Pordenone a seguito dei ultimi raggiri avvenuti negli ultimi giorni. È bene prestare la massima attenzione alle false comunicazioni o ai finti tecnici dell'aqua dopo che recenti le segnalazioni arrivate direttamente all'Asfo e a Livenza Tagliamento Acque.

"In questi giorni abbiamo avuto notizia di tentativi di raggiri da parte di individui che si qualificano come letturisti o personale dipendente di LTA. Tali individui si presentano, senza preavviso, chiedendo di poter verificare la qualità dell’acqua. - si legge in una nota di Lta - Una volta entrati nelle abitazioni con l’inganno, mettono a segno le loro truffe derubando i malcapitati. Si fa presente che il personale di Livenza Tagliamento Acque si presenta qualificandosi esclusivamente con appositi tesserini e previo avviso comunicato anticipatamente. Si consiglia, quindi, di verificare sempre l’identità di tali individui e i titoli che dichiarano, prima di farli accedere alla propria abitazione".

In caso di dubbio il consiglio è di non far accedere nessuno alla propria residenza, se non preventivamente verificando l’identità dichiarata al numero 800 01 39 40 - Assistenza Utenti.

Le truffe viaggiano anche via sms. In questo caso particolare, gli utenti vengono contattati da un numero telefonico verosimilmente a pagamento per comunicazioni sanitarie/socio-assistenziali che riguardano il paziente. L'azienda sanitaria dopo aver ricevuto la segnalazione ha subito dato l'allarme invitando gli utenti a ignorare quei messaggi che arrivano sul cellulare. "Asfo - avverte l'azienda - è estranea alla trasmissione di tali informazioni e, come noto, utilizza i propri canali ufficiali per le comunicazioni con l'utenza". 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe e raggiri via sms: crescono le segnalazioni a Pordenone
PordenoneToday è in caricamento