rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca / piazza del portello

Vandali di nuovo in azione: imbrattate le lettere giganti del Bronx

Saitta (Pd): «Necessario un tavolo educativo per i ragazzi»

Le lettere gialle giganti dell'alfabeto di nuovo imbrattate dai vandali. È successo in questi giorni in Piazza del Portello, meglio conosciuta come il Bronx. Una zona che ospita l'Alfabetiere dei Poeti, progetto nato su iniziativa di Pordenonelegge. Proprio in mezzo al piazzale dove si trovano gli uffici principali della città si possono ammirare queste enormi lettere. Oggetti che sono diventati il simbolo della città, ma che molto spesso vengono presi di mira e deturpati con scritte di vario tipo. L'ultimo caso è successo proprio in occasione della festa del libro. In quell'occasione sono stati proprio gli angeli di pordenonelegge a rimettere tutto a posto, in tempo per gli eventi principali. 

«Continuano gli atti di vandalismo a Pordenone - afferma  il consigliere del Partito Democratico Francesco Saitta - e ci troviamo ancora una volta a sottolineare l'importanza dell'istituzione di un tavolo educativo permanente in città»

Per l'esponente del Pd è intollerabile «che in una realtà come quella pordenonese ci siano zone in cui i residenti non si sentano sicuri, in cui bande di ragazzi si percepiscano legittimati nel compiere atti di vandalismo, piccola delinquenza e incuria come spesso abbiamo visto negli ultimi tempi. Speriamo - prosegue Saitta - che i responsabili degli atti di vandalismo vengano identificati grazie alle telecamere e che vengano presi i provvedimenti necessari ma d'altra parte che si prenda seriamente in considerazione la proposta che ormai da tempo abbiamo avanzato di istituire un tavolo educativo che possa fare da contenitore di progettualità già presenti e di nuove idee».

Servono azioni concrete ed efficaci. Progetti di sensibilizzazione che puntano sulla sicurezza e sull'educazione in collaborazione con le istituzioni del territorio. In poche parole, «un tavolo che possa programmare e verificare azioni a diversi livelli e che veda coinvolte le scuole, le associazioni, le istituzioni, i centri di aggregazione giovanile, per affrontare a tutto tondo la questione educativa, di cui i vandalismi e il proliferare delle cosiddette baby gang sono la faccia più drammatica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali di nuovo in azione: imbrattate le lettere giganti del Bronx

PordenoneToday è in caricamento