rotate-mobile
istruzione

Confindustria punta sulla formazione: acquisiti nuovi spazi al Bronx

Fondazione ITS Alto Adriatico avrà a disposizione i locali del Gino Valle Center insieme all’ex Birreria

Cresce l'offerta formativa della Fondazione ITS Alto Adriatico che proprio nella giornata di oggi, 19 febbraio, ha acquisito 800 metri quadri di locali al Bronx che presto si trasformerà in un polo universitario. Al Gino Valle Center troverà spazio uno dei nuclei dell’ITS Alto Adriatico in attesa della conclusione dei lavori nell’area dell’ex Birreria. Oggi si è tenuta la firma dell’atto notarile a Treviso dove erano presenti Michelangelo Agrusti, Presidente della Fondazione ITS, e il DG della stessa, Barbara Comini. Insieme a loro anche il sindaco di Pordenone, Alessandro Ciriani e il DG della LEF, Marco Olivotto, che ha seguito materialmente tutta la procedura.

Per Agrusti l’operazione «risponde a due esigenze: l’attuale, importante crescita degli iscritti agli ITS testimoniata dai numeri e la previsione di un ulteriore incremento in ragione della riforma 4+2». E dà alcune indicazioni sul crono programma aggiornato dell'intero progetto. «La risistemazione dei locali sarà conclusa rapidamente, prima dell'inizio del nuovo anno scolastico, comunque entro ottobre. Parallelamente sono state avviate le procedure di gara per l'acquisizione di macchinari e strumentazioni hardware e software – del valore di circa 14 milioni di euro derivanti da risorse del PNNR – che renderanno l'ITS Alto Adriatico uno tra i più performanti, se non il più performante, in Italia».

Confindustria

Soddisfatto anche il sindaco Ciriani che il 29 settembre ha annunciato un piano da 11 milioni di euro per l’acquisto e riqualificazione di 5.000 metri quadrati del Bronx che sarà usato come sede universitaria. «A questa operazione dell’ITS - afferma il primo cittadino - farà seguito l'insediamento del consorzio universitario, che arricchirà ulteriormente l'offerta didattica legata a concreti sbocchi occupazionali». 

Tutto ciò andrà a rafforzare la proposta formativa in città favorendo l'alta formazione e corsi di qualificazione professionale per gli studenti che possono arrivare anche da fuori Regione.  «Al polo universitario di via Prasecco – conclude il sindaco Ciriani – saranno destinati 5 milioni di euro per renderlo luogo idoneo allo studio. Inoltre abbiamo acquistato il rudere prospiciente la Stazione dei treni che diventerà zona di studio o di attesa per i pendolari, un’area di ritrovo per gli studenti universitari fuori sede. Tra un anno e mezzo apriranno le porte della nuova sede universitaria al Gino Valle Center (ex Bronx), la cui struttura ospiterà anche 50 posti letto destinati agli studenti che vengono da fuori città. Inoltre sarà realizzata un’aula studio nei pressi di Piazza Risorgimento». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confindustria punta sulla formazione: acquisiti nuovi spazi al Bronx

PordenoneToday è in caricamento