rotate-mobile
Economia / Maniago

Si allarga la rete del Consorzio di Maniago: coinvolti sette comuni del Pordenonese

La convenzione riguarda sette realtà di Pordenone: Arba, Budoia, Montereale Valcellina, San Quirino, Sequals, Vito d'Asio e Vivaro

Una nuova alleanza tra la pedemontana friulana e la pianura Pordenonese. Si è tenuto questo pomeriggio l'incontro al Nip di Maniago dove è stato illustrato il progetto di convenzione tra sette Comuni (Arba, Budoia, Montereale Valcellina, San Quirino, Sequals, Vito d'Asio e Vivaro) e il Consorzio per il Nucleo di industrializzazione della provincia di Pordenone che si occuperà del supporto nella gestione delle rispettive zone industriali.

All'incontro era presente anche il presidente del Consorzio, Renato Piazza, che ha marcato l'importanza di una possibile intesa con le principali aziende locali. Il convenzionamento con il Nip è stato fortemente sollecitato dalle imprese del territorio, a testimonianza dell'efficacia degli strumenti di attrazione degli investimenti che la Regione può mettere in campo attraverso i Consorzi.

Attualmente il Consorzio maniaghese gestisce cinque aree industriali attrezzate - nei comuni di Maniago, Montereale Valcellina, Meduno, Cimolais e Claut, Erto e Casso - dove sono complessivamente insediate 168 aziende con oltre quattromila addetti. Con il progetto di allargamento la gestione si amplierà in altri sette Comuni estendendo servizi e investimenti per il futuro.

«I molti progetti innovativi e i servizi - ha affermato l'assessore Bini, presente al confronto - che il Nip ha saputo mettere in campo, in particolare negli ambiti dell'uso delle energie rinnovabili e del welfare territoriale, in un immediato futuro potranno essere ampliati e messi a disposizione delle aziende insediate nelle aree industriali delle sette Amministrazioni comunali che sigleranno la nuova convenzione con il Nip». Inoltre ha aggiunto che il progetto di ampliamento della gestione di ulteriori aree industriali è stato visto con grande favore dalla Regione che ha sempre supportato simili iniziative. «È un segnale della bontà delle politiche che l'amministrazione regionale ha posto e sta ponendo in atto, nella direzione di un forte potenziamento del ruolo dei Consorzi sul territorio. A questo fine, negli ultimi cinque anni, sono stati destinati circa 80 milioni di euro e ormai i Consorzi si pongono pienamente come braccio operativo della Regione, cioè soggetti in grado di dare risposte sempre più qualificanti al tessuto produttivo»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si allarga la rete del Consorzio di Maniago: coinvolti sette comuni del Pordenonese

PordenoneToday è in caricamento