rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
economia / Porcia

Electrolux, crisi senza fine: conti in rosso e il Ceo si dimette

Ancora nubi all'orizzonte per la multinazionale svedese. E l'ipotesi "Cina" non è tramontata

Ancora nubi all'orizzonte per Electrolux, con una crisi che sembra non finire mai. Il 2024 è partito male: la perdita operativa nel primo trimestre è triplicata rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, passando da 256 a 720 milioni di corone svedesi (61,8 milioni di euro). A questo si aggiungono le dimissioni dell'amministratore delegato, Jonas Samuelson, che lascerà l'azienda con la fine dell'anno.
Le vendite organiche sono diminuite del 3,7% e si sono contratte ovunque tranne che in America latina. Electrolux paga a livello globale la situazione economica che ha spinto le famiglie in moltissimi paesi a orientarsi verso prodotti a basso costo. 

Secondo la giornalista economica Paola Guidi, i problemi di Electrolux partono da lontano, con strategie sbagliate che risalgono anche a 25 anni fa. Tra queste ci sono la centralizzazione strategica e tattica, la centralizzazione dei brand che ha portato alla perdita di alcuni marchi storici e consolidati (basti pensare in Italia a Zanussi, Rex, Zoppas e altri). 
Inoltre, altri fattori negativi sono stati «la focalizzazione esclusiva su prodotti di fascia alta, il design ormai superato e la delocalizzazione con il solo obiettivo di tagliare i costi». 

Torna il nome Midea

Il colosso cinese aveva già tentato l'acquisizione di Electrolux nel 2023, cosa che si è fermata considerando anche l'intenzione da parte del governo italiano di esercitare il "golden power". Si tratta del potere di uno Stato di bloccare cessioni commerciali che riguardano asset stratetigi e l'interesse nazionale. 
Midea comunque ha raddoppiato gli investimenti a livello globale, quindi è probabile che l'interesse per Electrolux non sia scemato. E in campo ci potrebbe essere anche Haier, altro coiosso cinese, che ha già nel portafoglio diversi marchi importanti negli Stati Uniti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, crisi senza fine: conti in rosso e il Ceo si dimette

PordenoneToday è in caricamento