rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
industria

Electrolux, il ministro Ciriani: pronti a bloccare la vendita ai cinesi

Incontro tra l'esponente del Governo e i rappresentanti dei sindacati

Le rappresentanze sindacali e il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, si sono incontrati a Pordenone. Al centro del confronto la situazione di Electrolux, che preoccupa lavoratori, sindacati e anche la politica. Da tempo ormai è in ballo l'acquisizione della multinazionale da parte del colosso cinese Midea, eventualità non confermata né smentita dalla proprietà svedese. 
A livello locale preoccupa la situazione dello stabilimento di Porcia. Il mercato delle lavatrici è in flessione e la produzione è ben lontana dai 750 mila pezzi all'anno, necessari per la sopravvivenza del sito. Adesso l'obiettivo di volumi si è abbassato a 680 mila lavatrici e restano molte nubi all'orizzonte. 
Da un lato la crisi delle vendite ha già creato molti giorni di blocco delle linee produttive (anche il 19 giugno, giorno dell'incontro, a Porcia non si sono prodotte lavatrici) e le ripercussioni iniziano a vedersi sull'indotto che vede altri 2.000 lavoratori colpiti dai problemi di Electrolux.



La prospettiva di passare in mani cinesi non sembra essere gradita a nessuno, e anche per questo il governo italiano - ad oggi tenuto all'oscuro dall'azienda di un'eventuale trattativa con gli asiatici - è intenzionato a usare la "golden power", uno strumento di diritto che consente agli Stati di bloccare la vendita di asset industriali fondamentali per la nazione. 
Electrolux, la vecchia Zanussi, è uno di questi, con quattro stabilimenti in Italia che producono lavatrici (Porcia), firgoriferi (Susegana), piani cottura e forni (Forlì), lavastoviglie (Solaro). 

Il commento di Ciriani

A margine del faccia a faccia con i sindacati il ministro Ciriani ha commentato: «L’incontro che ho avuto questa con le rappresentanze sindacali per confrontarci sul futuro della Electrolux è stato utile e positivo. Ho ribadito l’importanza e la volontà mia e del governo di lavorare uniti e in sinergia: solo così potremo fare tutto quello che serve per tutelare i lavoratori e le lavoratrici dell’azienda e dello stabilimento di Porcia. Il governo segue la vicenda con la massima attenzione, oggi a Roma il ministro Urso ha convocato un tavolo nazionale sull’ elettrodomestico e a breve ne convocherà uno esclusivamente dedicato a Electrolux. Per quanto riguarda la ventilata ipotesi di vendita dello stabilimento - prosegue il ministro per i Rapporti con il Parlamento - non abbiamo notizie e conferme in merito, ma in ogni caso l’esecutivo ha strumenti e modi per tutelare le aziende che hanno sede in Italia. Come governo siamo determinati a difendere le nostre imprese, farlo in sinergia con i sindacati e con i territori può imprimere più forza alle azioni da mettere in campo, per questo ho ribadito ai sindacati la disponibilità a rendere l’incontro di oggi non un episodio isolato ma un ‘tavolo ricorrente’ da convocare quando lo si ritenga necessario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, il ministro Ciriani: pronti a bloccare la vendita ai cinesi

PordenoneToday è in caricamento