rotate-mobile
il caso / Porcia

Electrolux, al via la procedura per i licenziamenti collettivi

Incontro senza accordo tra sindacati e azienda. Incentivi di 72 mila euro per gli impiegati in esubero

Non c'è stato l'accordo tra azienda e sindacati per risolvere il nodo riguardante gli esuberi previsti da Electrolux. I rappresentanti della multinazionale svedese e quelli dei lavoratori si sono incontrati il 5 febbraio a Bologna e si rivedranno il 4 marzo per riprendere le trattative. 
Intanto è ufficiale la partenza della procedura di licenziamento, che partirà nei prossimi giorni. I vertici aziendali hanno dato un mese e mezzo per la gestione delle eccedenze, con strumenti non oppositivi, cioè per gli impiegati che decideranno di lasciare spontaneamente l'azienda con un incentivo. 

Al momento la situazione vede la possibilità per i 174 impiegati in esubero di lasciare Electrolux con un incentivo di 72 mila euro, cifra che i manager hanno già detto di non voler ritoccare al rialzo. 
I prossimi passi di questa vertenza sono l'incontro a Roma il 22 febbraio in cui ci sarà un tavolo nazionale sul settore dell'elettrodomestico e un secondo incontro, sempre al Ministero per le imprese e il Made in Italy, specifico sul caso Electrolux. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, al via la procedura per i licenziamenti collettivi

PordenoneToday è in caricamento