rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Lavoro

Electrolux, manca il personale a Susegana: trasferiti 18 operai da Porcia

I lavoratori sono arrivati il 22 maggio nella sede di Treviso visto il graduale aumento delle vendite

Vista la carenza di personale Electrolux è corsa ai ripari. Nella giornata di mercoledì 22 maggio sono giunti a Susegana diciotto operai da Porcia in modo da incrementare la forza lavoro nello stabilimento trevigiano. Due di questi si sono trasferiti definitivamente. Gli altri sono invece in trasferta fino a fine luglio.

I dipendenti riceveranno 10 euro al giorno per la trasferta, oltre alla normale retribuzione, a cui si aggiunge il tempo di viaggio retribuito come  previsto dal contratto e dagli accordi del sistema Electrolux. Il trasferimento si è reso necessario vista crescente scarsità di operai a Susegana. Numeri insufficienti a rispondere agli attuali livelli produttivi. "A Porcia- si legge nella nota - la situazione continua ad essere molto critica, con cali ulteriori di produzioni e l'applicazione massiccia del contratto di solidarietà, con una riduzione di orario giornaliero, oltre a frequenti giornate di fermata". 

A Susegana non c'è solo la questione del lieve aumento delle vendite. Electrolux sta affrontando anche i ritardi produttivi per la difficoltà di messa a punto della nuova fabbrica Genesi, dove si producono i nuovi modelli di frigoriferi.

Non è dunque escluso che venga anticipato a luglio il passaggio a due turni della seconda linea di Genesi, in anticipo sui programmi, in modo da rispondere alle esigenze del mercato. 

Eppure secondo i sindacati la questione  della mancanza di operai dovrà essere risolta.  "Il problema riguarda sia gli operai di linea, che le altre figure professionali in particolare manutentori, conduttori impianti e programmatori ecc. L'arrivo provvidenziale di lavoratori di linea dallo stabilimento pordenonese, aiuta ma non risolve, i limiti strutturali". 

La carenza di operai si è aggravata "per una serie di dimissioni che si susseguono da mesi, su varie professionalità, alcuni se ne sono andati per l'ambiente considerato stressogeno, figure tra l'atro difficili da reperire all'esterno. Si aggiunga che per varie figure i tempi lunghi di apprendimento, sempre se si trovano, che possono essere di anni, per specifiche competenze e conoscenze, amplificano la già difficile gestione delle complessità della fabbrica 4.0; che in non pochi casi fa  ammattire chi la deve gestire".

Il 4 giugno nella sede di unindustria a Mestre é convocato l'incontro tra Direzione gruppo e  coordinamento sindacale FIM Fiom. Uilm di gruppo Electrolux per fare il punto sulla crisi di gruppo e valutare la proroga dei contratti di solidarietà per Porcia e Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, manca il personale a Susegana: trasferiti 18 operai da Porcia

PordenoneToday è in caricamento