rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
lavoro / Porcia

Electrolux, da lunedì 18 operai trasferiti a Susegana

Inizia il 27 maggio il lavoro nello stabilimento trevigiano. Intanto si eleggono le nuove rappresentanze sindacali

Da lunedì 27 maggio iniziano a lavorare nello stabilimento di Susegana dell'Electrolux i 18 operai e operaie in trasferta dalla sede di Porcia allo stabilimento in provincia di Treviso.
Il trasferimento avviene nei giorni in cui, il 27 e 28 di maggio, votano i lavoratori dello stabilimento di Porcia per l’elezione della RSU Electrolux, dopo un lungo e accidentato percorso iniziato, con avvio della procedura unilaterale imposta dalla Uilm di Pordenone il 5 aprile 2024.  In mezzo c’è stato il ricorso della lista Failms, all’apposita collegio presso ITL di Pordenone, dopo l’esclusione decisa a maggioranza (di Fim, Fiom, Uilm) fatta dalla Commissione elettorale interna, collegio che ha confermato, sempre a maggioranza, esclusione del sindacato, che esprimeva da anni componenti RSU.  La decisione del Collegio è sottoposta a ulteriore ricorso della Failms al Tribunale del Lavoro di Pordenone. In attesa dei tempi dell’eventuale pronuncia della magistratura frattempo si vota e si eleggono le RSU. Per i diciotto lavoratori lunedì 27 maggio è prevista la possibilità di finire un’ora prima il lavoro, a fine turno per recarsi a votare nello stabilimento di Porcia, l’ora per votare sarà retribuita dall’azienda.

Tre le liste in competizione rimaste: Fim, Fiom, Uilm che hanno presentato complessivamente 32 candidature: 6 impiegati e 26 operai.   Tra questi 18 sono gli RSU uscenti e ricandidatisi. Una curiosità vede la lista tutta rosa della Fim Cisl, composta solo da donne, 6 operaie e 2 impiegate. Una prima assoluta in Electrolux Group e probabilmente a livello europeo. La Fiom Cgil ha in lista 4 donne e 8 uomini, mentre la Uilm, che è l’Organizzazione con più rappresentativa uscente, ha anch’essa in lista 4 donne e 8 uomini. C’è anche un cambio di casacca, il delegato RSU Fiom Marco Romano è in candidato per la nuova RSU con la Uilm. 

L’elezione avviene in un periodo molto critico e di massima preoccupazione, sociale e industriale, per lo stabilimento friulano della multinazionale svedese, che da anni è in crisi e attraversato da continue riorganizzazioni, con uso massiccio di ammortizzatori sociali e riduzione di personale. Scadrà a fine giugno il primo anno di contratti di solidarietà, ed è già programmato il 4 giungo l’incontro di gruppo per fare il punto sulla crisi, in particolare per gli stabilimenti di Porcia e Forlì, che sono chiamati a valutare le condizioni per una proroga del contratto di solidarietà per gli operai, per un ulteriore anno, al fine di evitare centinaia di licenziamenti negli stabilimenti interessati. Intanto procedono le uscite su base volontaria, in tutto il gruppo per ridurre la parte impiegatizia considerata in esubero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, da lunedì 18 operai trasferiti a Susegana

PordenoneToday è in caricamento