rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Lavoro

Qualità della vita: Pordenone al 17° posto per il benessere delle donne

Nell’indagine annuale del Sole 24 Ore la città scala 17 posizioni partendo dalla 34° dello scorso anno

È stata pubblicata nelle scorse ore la seconda edizione dell’indice della Qualità della  vita presente sul sito del Sole 24 ore. Un’indagine che spazia dall’economia ma che si sofferma anche sul sociale dato che si parla del gap occupazionale presente nelle varie provincie italiane. Pordenone, a giudicare dai grafici, è in crescita su molti indicatori, anche se, va detto, non deve essere un traguardo, bensì una tappa intermedia per ridurre ulteriormente la distanza tra uomini e donne nel mondo del lavoro. Il capoluogo ha comunque fatto 17 grossi salti in avanti, stabilendosi al 17° posto nella classifica generale con 667 punti. Non la migliore prestazione a livello regionale, dal momento che la città di Udine è entrata direttamente nella top 10 con un quinto posto (691 punti).

I dati 

Prima di entrare nel dettaglio è utile capire come vengono valutate le singole province da parte di questo studio. Al momento si utilizzato 12 indicatori in modo da realizzare un quadro generale sul benessere delle donne a livello nazionale. Tra questi c’è, per esempio, il tasso di occupazione, divisa per fasce di età, il gap di genere in termini di occupazione, il numero di laureate e la percentuale di giornate retribuite. Sono tutti aspetti che vanno a definire meglio la condizione socio-economica femminile italiana che, prendendo come spunto il Gender Equality Index dell’Eige (Istituto europeo per l’eguaglianza di genere), sta progredendo a piccoli passi (+0,6% rispetto al 2021).

Pordenone

Partiamo dunque dal tasso di occupazione delle donne dai 20 ai 64 anni. Pordenone si trova al 23° posto con una percentuale che si aggira sul 64,4% (876 punti su 1000). Il dato invece giovanile (15-29 anni) è più basso con il 31,1% che porta la città a fermarsi alla posizione numero 42  (637 punti). Anche sulla differenza tra il tasso di occupazione maschile e femminile (il gap di genere) la provincia si trova a metà classifica (49° posto con una percentuale del 17,7% e un punteggio di 617). Un dato che crolla ancora di più fino al 85° considerando il numero di laureate nel 2021 per ogni 1000 abitanti (2,9; 402 punti). La nota positiva arriva dai risultati legati alle giornate retribuite (indicatore che calcola le aree in cui l’occupazione è più alta per intensità e durata), dove Pordenone arriva a sfiorare il podio insieme a Trieste con un 4°posto (74,9% e 985 punti su 1000).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita: Pordenone al 17° posto per il benessere delle donne

PordenoneToday è in caricamento