rotate-mobile
Musica / Centro Storico / Viale Franco Martelli

A Pordenone 120 musicisti da tutta Europa, torna la Gustav Mahler Jugendorchester

Al Teatro Verdi si confronteranno ragazzi di età compresa tra i 18 e i 26 anni.

Quest’anno si raddoppia. Per l’ottavo anno consecutivo il Teatro Verdi di Pordenone torna a popolarsi di nuovi talenti grazie alla più famosa e celebrata Orchestra giovanile al mondo, la Gustav Mahler Jugendorchester. Il progetto, prima dell’appuntamento con la residenza estiva, ha scelto di nuovo la città della Destra Tagliamento per la sua tappa incentrata sulla formazione musicale. I migliori giovani musicisti europei resteranno a Pordenone fino al 19 maggio per il grande concerto sotto la guida di una delle principali bacchette del panorama mondiale, il M° Daniele Gatti, Direttore principale del Maggio Fiorentino, che per l’occasione dirige per la prima volta dal palco del Verdi. Un’occasione che rende la città pordenonese alla pari di capitali del calibro di Vienna, Amburgo, Dresda e Salisburgo.

Il programma dell’orchestra fondata da Claudio Abbado sarà interamente dedicato a Gustav Mahler con la Sinfonia n. 1 e la Sinfonia n. 10 (incompiuta) – Adagio. I musicisti verranno seguiti da 11 tutor ed eseguiranno delle prove a sezioni all’interno del Teatro, all’interno della Biblioteca Civica, nell’Ex Convento di San Francesco, all’Auditorium San Giorgio, a Palazzo Sbrojavacca e nella sede dell’Associazione Circolo della Cultura e delle Arti. Prima dell’arrivo del M° Gatti, a sostituirlo momentaneamente sarà il direttore assistente Christian Blex, considerato una figura emergente della musica internazionale. 

Il primo appuntamento con la Gustav Mahler Jugendorchester


Si torna in estate

Tutto il resto non cambia. La residenza estiva è confermata ed è fissata dal 3 al 13 agosto sotto la guida del M° Jakub Hrůša, tra i più richiesti Direttori al mondo della sua generazione. Il tutto si concluderà il 18 agosto al Verdi con il concerto che verte ancora su musiche di Gustav Mahler (Sinfonia n. 9). Un grande orgoglio per il Presidente del Teatro Giovanni Lessio e per il M° Maurizio Baglini quello di aver programmato quest’anno una questa doppia residenza: «il progetto della Gustav Mahler Jugendorchester pone Pordenone al centro della musica internazionale – spiegano. Ospiteremo due Direttori d’orchestra enormi per un programma di concerti tutto incentrato su Mahler, con un’arcata eccezionale: è rarissimo, infatti, che vengano eseguite in continuità la prima Sinfonia così come le ultime pagine scritte da Mahler sul finire della sua vita». 

Tutte le info si possono trovare sul sito ufficiale .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pordenone 120 musicisti da tutta Europa, torna la Gustav Mahler Jugendorchester

PordenoneToday è in caricamento