rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Ogni giovedì a Casa Zanussi

Connessa, estesa e partecipata: tre incontri per ripensare la città

Al via dal 21 marzo gli incontri organizzati dall’Irse in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatorio della provincia di Pordenone

Tre incontri per riunirsi intorno alla propria città, per proiettarla in un futuro partecipato e sostenibile analizzandola alla luce di priorità e criteri che possono renderla a misura di cittadino del terzo millennio. Nasce da queste premesse il nuovo ciclo ideato e promosso a Pordenone dall’Istituto Regionale di Studi Europei, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia. “Rigenerazione urbana. Nuovi modi di vivere, disegnare e abitare la città” titola il format di scena in presenza nell’Auditorium della Casa dello Studente Antonio Zanussi di Pordenone, ogni giovedì dal 21 marzo al 4 aprile, alle 15.30 con ingresso libero per tutti gli interessati, con possibilità di assistere in diretta streaming e crediti deontologici predisposti dall’Ordine per i suoi iscritti. Info e prenotazioni: https://bit.ly/IRSE_RigenerazioneUrbana.

Nel primo incontro, giovedì 21 marzo, si parlerà della “Città connessa” – sul piano fisico, sociale e digitale - con Roberto Malvezzi, architetto e tecnologo del Cne; giovedì 28 marzo della “Città estesa. Dalla rigenerazione urbana a quella territoriale” con Giulia Fini, docente di Tecnica e Pianificazione urbanistica presso l’ateneo friulano; giovedì 4 aprile della “Città partecipata. Il coinvolgimento della comunità alla base della pianificazione” con Roberto Corbia, esperto di rigenerazione urbana e pianificazione territoriale, già membro del Team G124 di Renzo Piano, oggi operativo per la Fondazione Innovazione Urbana, Rusconi, Villa Ghigi a Bologna.

Tutti gli incontri saranno così finalizzati a disegnare una città concepita attraverso un approccio olistico, per rispondere alle esigenze attuali e future. Una città che metta al centro la creazione di nuovi spazi verdi, ma che al tempo stesso valorizzi quelli già esistenti, che implementi le soluzioni di mobilità sostenibile, che promuova comunità inclusive senza snaturare l’identità culturale locale, e che riesca a ridurre il proprio impatto ambientale. Gli appuntamenti saranno condotti da Elena Biason, ingegnera civile e dal 2022 Ambasciatrice del Patto per il Clima presso la Commissione Europea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Connessa, estesa e partecipata: tre incontri per ripensare la città

PordenoneToday è in caricamento