rotate-mobile
formazione e lavoro

Scuole aperte Ial Fvg: in tutte le sedi per conoscere l'offerta formativa riconosciuta a livello europeo e sostenuta dalla Regione

Allo Ial di Pordenone, Aviano, Udine, Gemona, Gorizia, Trieste e Latisana, con calendari differenziati, nei mesi di dicembre 2023 e gennaio 2024. Il direttore Ial Fvg Gabriele De Simone: “Percorsi di successo, l’85% degli allievi trova un lavoro coerente con il suo percorso di studi, il 10% decide di proseguire gli studi fino al conseguimento del diploma professionale”

E' tornata anche quest'anno l'iniziativa “scuole aperte”, con la possibilità di conoscere da vicino le strutture, i laboratori e le attività formative dei centri Ial in Friuli Venezia Giulia, riconosciute a livello europeo e sostenute dalla Regione. E' uno dei momenti “forti” di promozione rivolti alle scuole medie di tutto il Fvg, in vista delle iscrizioni per il prossimo anno, al termine del percorso della scuola secondaria di primo grado. 

Allo Ial di Pordenone, Aviano, Udine, Gemona e Gorizia, le prossime date sono sabato 2 dicembre e sabato 20 gennaio 2024 dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. Allo Ial di Trieste, dove la scuola aperta è partita lo scorso 14 novembre, l'appuntamento è per tutti i martedi dalle 14 alle 17 (escluse le festività). E allo Ial di Latisana, l'appuntamento è per tutti i mercoledì dalle 14 alle 17 (escluse le festività).

Gli interessati, i giovani fino a 18 anni e i loro genitori, potranno incontrare docenti, tutor e formatori e anche le allieve e gli allievi che già stanno frequentando i corsi di qualifica triennale e informarsi sui programmi e la didattica e sulle opportunità che questi percorsi offrono a chi vuole proseguire gli studi dopo il terzo e il quarto anno. “Il nostro obiettivo – spiega il direttore dello Ial Fvg Gabriele De Simone – è aiutare le famiglie e i ragazzi a scegliere il percorso da fare dopo la terza media. Apriamo le porte per far conoscere la nostra offerta formativa, che presenta un variegato ventaglio di proposte di alto livello qualitativo, capaci di facilitare in seguito l’ingresso del giovane nel mondo del lavoro”. 
Alla fine del percorso formativo triennale allo Ial Fvg, fa sapere il direttore, dopo aver ottenuto la qualifica “l’85% dei giovani trova un lavoro coerente con il suo percorso di studi, mentre il 10% decide di proseguire gli studi fino al diploma professionale, che viene conseguito alla fine del quarto anno”. 

De Simone evidenzia che si tratta, dunque, “di un percorso di successo, che consente di avere uno sbocco concreto nei settori che hanno bisogno di figure professionali qualificate, come ad esempio la ristorazione, sempre affamata di profili, ma anche nel settore della meccanica e della robotica e Iot (Internet of Things)”.  In sostanza dallo Ial Fvg escono profili professionali molto ricercati, anche perché “il giovane allievo – puntualizza il direttore – fa già dal primo anno esperienza nei laboratori professionalizzanti, per poi dal secondo anno cimentarsi nelle prime attività di stage in azienda, quindi esce davvero pronto per entrare nel mondo del lavoro”. 

Nel corso di Scuole aperte si vedono i ragazzi all’opera, perché durante le visite gli allievi sono presenti nelle diverse sedi, e dunque si assiste anche a delle lezioni”. Senza contare che, sottolinea il direttore, “dopo questo primo contatto, i giovani interessati a intraprendere un percorso da noi possono anche programmare una giornata esperenziale di approfondimento conoscitivo nei laboratori di pratica, in modo tale da capire se sono effettivamente interessati a quella futura professione”. 

Tra le altri plus dell’iniziativa, anche la possibilità di colloquiare con i docenti, “che presentano a famiglie e potenziali allievi le peculiarità dei diversi profili professionali”. “I visitatori trovano degli interlocutori preparati non solo negli insegnanti – conclude De Simone -, ma anche e soprattutto nei ragazzi che frequentano i nostri corsi, i quali dialogano con i quasi coetanei con la freschezza e l’efficacia che vengono sempre garantiti da un confronto peer-to-peer”.

Scorrendo la mappa dei percorsi oggetto di scuole aperte, ci sono quelli per le qualifiche e i diplomi professionali per addetto ai servizi promozione e gestione turistica (Pordenone e Latisana), addetto al commercio e alle vendite (Pordenone), acconciatore ed estetista (Udine, Pordenone, Trieste, Gorizia, Gemona), tecnico della modellazione e fabbricazione digitale (Udine, Pordenone, Gorizia), meccanica-automotive (Gemona), e installatore e manutentore di sistemi robotici (Pordenone, Gorizia, Gemona), installatore e programmatore di componenti IoT (Pordenone), cuoco e cameriere di sala e bar (Aviano, Trieste e Udine) e pasticcere (Aviano)

Si possono chiedere informazioni compilando l'apposito modulo all'indirizzo: www.lhofattoio.com/info. L'iscrizione è aperta e la frequenza è gratuita. Ulteriori approfondimenti al sito : www.lhofattoio.com
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole aperte Ial Fvg: in tutte le sedi per conoscere l'offerta formativa riconosciuta a livello europeo e sostenuta dalla Regione

PordenoneToday è in caricamento