rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Tasse

IMU e TASI in ritardo, cosa fare e quanto costa mettersi in regola a Pordenone

Tutti i procedimenti necessari per mettersi in regola con i pagamenti di IMU e TASI

Per il pagamento delle imposte come Tasi (abolita verso la fine del 2019) e Imu il cittadino dovrà compilare il modello F24 con tutte le informazioni a seconda della categoria dell’immobile e la rendita catastale. L’utente ha a disposizione in questo caso due scadenze per poter procedere al versamento. La prima rata, in acconto, può essere pagata entro il 16 giugno, mentre il rimanente può essere versata a saldo entro il 16 dicembre. Ma cosa succede se si paga in ritardo?

Ravvedimento operoso 

In questo caso di parla di ravvedimento operoso, ovvero della possibilità di regolarizzare alcune imposte che sono state omesse oppure saldate nei giorni successivi. Il comune di Pordenone da questo punto di vista ha istituito delle modalità per versare le rate della Tasi (prima del 2020) e dell’Imu. 

Se si tratta di pagamenti effettuati entro il 14° giorno rispetto alla scadenza la  sanzione è dello 0,1% giornaliera. Se si supera il 15° e si arriva al 30° giorno la percentuale in questo caso aumenta fino al 1,50%  mentre se il versamento viene saldato entro il 90° giorno, il costo verrà aumentato con un surplus del 1,67%

Dal 91° giorno fino a un anno dalla scadenza la sanzione è invece del 3,75%. Un dato che può raggiungere il 4,29% se il cittadino no effettua il pagamento oltre il primo anno, e il 5,00% dopo i due anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IMU e TASI in ritardo, cosa fare e quanto costa mettersi in regola a Pordenone

PordenoneToday è in caricamento