rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Politica / Porcia

Barriere antirumore sull'A28: «La Regione accolga le richieste dei cittadini di Porcia e Azzano»

Le parole del Consigliere regionale Patto per l'Autonomia-Civica Fvg Marco Putto dopo l'annuncio dell'installazione delle strutture esterne progettate per la protezione acustica

Dopo l'annuncio del piano di contenimento e abbattimento del rumore sulla A28, il consigliere regionale Patto per l'Autonomia-Civica Fvg Marco Putto ha deciso di presentare un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere la possibilità di accogliere le richieste dei cittadini e tutelare le loro case dai rumori legati al traffico causato dai veicoli.

Il progetto, avviato nel 2021 sulla base dello studio promosso dall'ex Autovie Venete, porterà all'installazione di alcune barriere lungo 4 chilometri di autostrada. «Negli anni - afferma il consigliere - sono giunte numerose le segnalazioni di cittadini, anche con apposite petizioni e richieste formali, sia nel Comune di Azzano Decimo, dalla località Cesena in via Palù, che in quello di Porcia, dalla frazione di Palse in località S. Giuseppe, le cui abitazioni sono ubicate a pochi metri dal tracciato autostradale che, ad oggi, non ha visto installare le barriere fonoassorbenti su questi due tratti. Un disagio che permane nel tempo nelle due località, quotidianamente afflitte dal rumore proveniente dai veicoli in transito lungo lungo l’A28».

Se da un lato queste misure porteranno a un netto miglioramento delle condizioni cercando di ridurre, laddove il rumore supera la soglia acustica prevista dalla legge, l'inquinamento acustico nelle zone critiche,  l'assessore Amirante ha dichiarato che la Regione sta valutando alcuni provvedimenti per andare incontro alle esigenze degli abitanti che risiedono vicino all'autostrada.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriere antirumore sull'A28: «La Regione accolga le richieste dei cittadini di Porcia e Azzano»

PordenoneToday è in caricamento