rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Politica

Comunali 2024, il Pd: «Pronti ad alleanze allargate con liste civiche»

Le parole del segretario provinciale Fausto Tomasello nel corso dell’assemblea provinciale del Partito democratico. Al confronto ha partecipato anche la parlamentare ed ex presidente della Regione Debora Serracchiani.

«Per i tredici comuni che andranno alle urne coltiviamo l'idea di puntare ad alleanze allargate, in particolare con il mondo civico». Le parole sono del segretario del Pd provinciale Fausto Tomasello che, nella sua relazione esposta nel corso dell’assemblea provinciale del Partito democratico, ha indicato una delle possibili strade da percorrere in occasione delle prossime elezioni comunali del 2024. «La collaborazione con i civici può arricchire la varietà di competenze e prospettive all'interno di una coalizione in cui si mantengono chiari ruolo e identità del Pd. Stiamo lavorando per consolidare alleanze politiche e programmatiche, promuovere candidature qualificate e sviluppare una strategia per il miglior risultato». 

Al confronto era presente anche l'ex presidente della Regione Debora Serracchiani. L’esponente dem, oltre a ribadire l’importanza di essere «presenti nel territorio affinché le nostre proposte siano conosciute», ha descritto tuttte le attività che sono state portate avanti negli ultimi mesi, dalla 500 mila firme raccolte nel corso della campagna per il salario minimo, alla complessa situazione di Electrolux, su cui si è soffermata anche la deputata Serracchiani. La sanità è stata al centro della discussione dei membri del partito. Si è parlato della fuga dei medici, dei dati fortemente negativi della mobilità sanitaria extraregionale, e delle infinite liste d'attesa soprattutto dopo gli ultimi casi che si sono verificati all'ospedale di Pordenone. Non per ultimo, il tema del punto nascite di San Vito, sospesa per via della mancanza di personale in grado di garantire la sicurezza nei parti.

Il segretario ha inoltre ragionato sull’ipotesi che «le votazioni amministrative si possano tenere contemporaneamente alle elezioni europee», uno scenario che «potrebbe offrire opportunità strategiche aumentando il coinvolgimento degli elettori” suggerendo “un maggiore investimento sul simbolo del partito».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2024, il Pd: «Pronti ad alleanze allargate con liste civiche»

PordenoneToday è in caricamento