Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica Centro Storico

Ex fiera, l'opposizione: «Ciriani renda pubblica la lettera della Soprintendenza»

Da Roma è arrivato lo stop al taglio dei tigli: i consiglieri Conficoni e Salvador chiedono di vedere il testo della missiva

La lettera della Sovraintendenza arrivata nei giorni scorsi in Municipio ha creato un colpo di scena nel dibattito sul taglio dei tigli nella zona dell'ex fiera. L'arrivo della missiva è diventato pubblico dopo il consiglio comunale di lunedì 17 luglio, una seduta molto accesa con il dibattito sulla riqualificazione dell'area dedicata alle associazioni sportive. 

Sul punto intervengono le opposizioni che attaccano il sindaco sulla lettera ricevuta dalla Soprindentenza: «È grave – sottolineano Nicole Conficoni (Pd) e Marco Salvador (La Civica) - che, rispondendo alle interrogazioni volte a scongiurare il taglio degli alberi voluto dalla Giunta, il sindaco lunedì sera abbia tenuto nascosta la comunicazione per evitare una brutta figura solo rimandata. Poiché la città ha diritto di essere informata sugli sviluppi della contestata vicenda, chiediamo l’immediata pubblicazione della missiva in ossequio al principio della trasparenza. La mancata verifica preventiva dei vincoli sulle piante è una pesante eredità dell’assessore Amirante che sta segnando negativamente un iter caratterizzato da superficialità e insensibilità verso la tutela del patrimonio arboreo, ancora una volta sacrificato».

«Ora - proseguono - il sindaco non si accanisca contro gli storici tigli difesi con genuina passione da diverse associazioni e cittadini di ogni colore politico ma elabori subito un piano B che consenta di non perdere i fondi europei coniugando il miglioramento degli impianti sportivi con il rispetto dell’ambiente. Urge la convocazione di una commissione per condividere le possibili alternative da tempo sollecitate ma finora scartate dalla Giunta. Qualora per l’ennesima volta il primo cittadino si dimostrasse impermeabile al buon senso – concludono Conficoni e Salvador - proseguiremo il percorso finalizzato a promuovere un referendum consultivo affinché i pordenonesi possano finalmente esprimere la loro opinione sul progetto». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex fiera, l'opposizione: «Ciriani renda pubblica la lettera della Soprintendenza»
PordenoneToday è in caricamento