il caso politico / Villanova

Tavella nel Cda di Interporto ma è indagato: scoppia la polemica

Nominato dal sindaco Ciriani, l'opposizione chiede di fare un passo indietro

Si accende la polemica politica dopo la nomina di Mauro Tavella nel consiglio di amministrazione dell'Interporto. Il sindaco ha voluto far entrare l'esponente della Lega nel Cda della società, scelta ritenuta inopportuna dall'opposizione in consiglio comunale perché Tavella al momento è indagato per una vicenda che riguarda proprio l'Interporto. 
Il titolare dell'autoscuola è accusato di corruzione (e così anche l'ex amministratore di Interporto Giuseppe Bortolussi) nell'ambito dell'acquisto dell'area dello stabilimento Ideal Standard, che diventerà un centro logistico per l'interporto pordenonese. 
L'area era stata acquistata dalla società Iside, che era partecipata al 50% da un'altra società in capo alla moglie di Bortolussi. Questo sito è stato poi venduto all'azienda Kira, di proprietà di Tavella, per 185 mila euro. Troppo poco secondo gli inquirenti, che da qui hanno fatto partire l'indagine. Un dettaglio curioso l'aveva riportato nel 2023 Il Gazzettino scrivendo che Iside è il nome del Cane di Bortolussi, Kira quello del gatto di Tavella. 

Sulla nomina voluta da Alessandro Ciriani (Il Comune di Pordenone è socio di Interporto), sono intervenuti i consiglieri Fausto Tomasello e Marco Salvador: «In un sistema che vorremmo improntato alla massima trasparenza e responsabilità - dichiarano - questa scelta del sindaco uscente suscita dubbi e interrogativi, in quanto appare come un gesto prematuro e poco rispettoso delle istituzioni e dei cittadini. Invitiamo Tavella a riflettere sull'opportunità di non accettare la nomina, al fine di tutelare l'immagine e il prestigio delle istituzioni». 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tavella nel Cda di Interporto ma è indagato: scoppia la polemica
PordenoneToday è in caricamento