rotate-mobile
politica / Porcia

Porcia, Bianchini: «Strade e marciapiedi pericolosi, serve manutenzione»

L'appello del candidato sindaco

Il candidato sindaco di Porcia, Mario Bianchini, sostenuto da La Risorgiva, Porcia Bene Comune e Partito Democratico, esprime soddisfazione dopo che sono state risolte le problematiche fatte notare in particolare nel parco tra il bar Bellini e la sede dell’Ute e in piazza Gherardini, dove la pavimentazione era sconnessa e rovinata.
“Siamo contenti che le segnalazioni che facciamo vengano prese in considerazione e chi di dovere provveda a risolvere le criticità presenti sul territorio. Ci domandiamo in realtà perché non sono stati manutentati prima. E, dal momento che a Porcia ci teniamo, continuiamo a segnalare ciò che non va”.

“Chiediamo che continuino le opere di sistemazione del centro – l’auspicio dello stesso Bianchini – perché, del resto, ci vuole davvero poco: con una spesa minima si migliorano decoro e servizi offerti ai cittadini”. Nello specifico chiediamo che venga sistemato il marmo rovinato in centro in più punti, così come il cordolo dei marciapiedi. C’è un problema di sicurezza: i cittadini rischiano di cadere. Inoltre, nel tratto iniziale di via Marconi non c'è abbastanza luce né nella pista ciclabile né in strada. Non vi è luce a sufficienza neanche nei passaggi pedonali di fronte al bar Bellini, per non parlare della mancanza di semafori pedonali nella vicina rotonda".
Il candidato sindaco, però, osserva altre situazioni che non vanno a Porcia. “Nel cimitero, dov’è appena stato eseguito l’ampliamento della parte che ospita i loculi, manca una scala in più, per la salita e la discesa, per accedere ai loculi stessi. Senza parlare, poi, delle aiuole esterne al camposanto: basterebbero alcuni fiori per renderle più decorose. E forse bisognerebbe pensare a mettere a disposizione dei visitatori alcuni bagna fiori, anziché lasciare che si arrangino con i bidoncini del detersivo”.
Sul fronte delle mancanze Bianchini osserva che in via Dogana manca un marciapiede o per lo meno l'asfaltatura in corrispondenza della rotonda, e dove c’è il campo da calcio e la sede degli alpini, continua il fenomeno delle soste selvagge. Specialmente quando sono in corso manifestazioni: “Servirebbe forse pensare ad aumentare il numero dei parcheggi”, ha rilevato Bianchini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porcia, Bianchini: «Strade e marciapiedi pericolosi, serve manutenzione»

PordenoneToday è in caricamento