rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Salute

Sanità in crisi: "Carenza di medici e personale allo stremo, chiediamo un intervento urgente"

Il segretario regionale Giuseppe Perricone di Ugl Salute: "Nel 2023 sono state fatte più di centomila ore di straordinario"

Il sistema sanitario nazionale è in grave crisi tra carenza di personale ed esternalizzazioni  di servizi clinici che toccano anche la nostra Regione. Per questo c'è grande preoccupazione da parte dei sindacati a tutela dei lavoratori della sanità. "Il quasi completamento del nuovo ospedale - afferma il segretario regionale Giuseppe Perricone di  Ugl Salute di Pordenone - è solamente uno specchietto delle allodole per la classe politica regionale e i vertici aziendali Asfo, la realtà è ben diversa da quella dipinta, il personale del comparto è ormai allo stremo delle forze e costretto a lavorare in condizioni a dir poco precarie".

Secondo il sindacalista sono  "133.000 le ore di straordinario puro lavorate dagli operatori nel 2023 sono un dato enorme che evidenzia come abbiamo sempre contestato una carenza cronica di personale ma soprattutto che non sono state attuate in modo rapido le procedure per arginare questa gravissima criticità".

Perricone (Ugl Salute)-2

Sugli appalti dei centri prelievi del Pordenonese a ditte esterne l'esponente di Ugl Salute è categorico: "Una follia pura che andrà a ricadere sulle spalle dei cittadini per favorire ancora una volta a un costo esorbitante i privati. Per non parlare poi della sicurezza sui luoghi di lavoro per gli operatori del 118, con le perdite di acqua che hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco nel primo pomeriggio del 25 aprile con la dichiarazione di temporanea inagibilità dei locali".

Per Perricone "mon possiamo più permetterci di assistere a questa deriva inermi e laddove ancora le nostre richieste rimarranno inascoltate saremo pronti a mettere in atto tutte le iniziative a tutela di operatori e cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in crisi: "Carenza di medici e personale allo stremo, chiediamo un intervento urgente"

PordenoneToday è in caricamento