rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
formazione / Aviano

Giais, scuola aperta per scoprire il metodo Montessori

Il 18 dicembre sarà presentata l'offerta che partirà con l'anno scolastico 2024/2025

La Scuola primaria pubblica di Giais (Aviano) avvierà il metodo  Montessori nelle future classi prime a partire dal prossimo anno  scolastico 2024/25. La convenzione esistente tra il Ministero  dell’Istruzione e l'Opera Nazionale Montessori consente di istituire  classi di scuola primaria secondo il metodo di differenziazione  didattica Montessori negli Istituti comprensivi statali. 
L'introduzione del metodo nella scuola pubblica di Gias di Aviano  rappresenta un'ulteriore opportunità di arricchimento dell'offerta  formativa del territorio, nell'ottica della promozione del pluralismo  metodologico ed educativo.

Le famiglie che desiderano conoscere  la sede di via Strada Cortina, possono partecipare all’iniziativa  “Scuole aperte” il giorno 18 dicembre dalle ore 17 alle 18:30. Sarà  possibile visitare gli ampi spazi della struttura, ammirarne la  favorevole ubicazione ai margini del bosco e ai piedi della  montagna, toccare con mano alcuni dei “materiali di sviluppo”  messi a disposizione dall’Associazione Costruire Montessori.  L'approccio pedagogico fondato dalla Dottoressa Maria Montessori  nei primi del Novecento è diffuso in tutto il mondo ed è validato  dalle attuali ricerche in campo educativo e neuroscientifico. Il  metodo si fonda su un presupposto indispensabile: la fiducia  nell'interesse spontaneo del bambino ad apprendere, se posto in un  contesto stimolante e preparato. Il maestro allestisce  adeguatamente l'ambiente scolastico e presenta di volta in volta a  ciascun bambino o al piccolo gruppo i “materiali di sviluppo”  specifici del corredo Montessori finalizzati al lavoro personale nei  diversi ambiti del sapere. Al bambino viene offerto un  riconoscimento centrale, egli impara esercitando la propria libertà  di scelta in un contesto ricco di mezzi e di esperienze operative  che ne stimolino il naturale processo di sviluppo.  

Il bambino viene orientato alla disciplina “attiva”, imparando a  muoversi negli spazi in modo ordinato, prestando cura ai materiali  e all’ambiente scolastico, rispettando il lavoro dei compagni,  attendendo il proprio turno e individuando soluzioni per affrontare  i problemi che si presentano.  

Non mancano i momenti collettivi in stile montessoriano come le  “grandi lezioni” e le “favole cosmiche” con le quali l’insegnante  introduce alla classe argomenti di studio vasti e importanti,  aprendo nuovi orizzonti di studio, stimolando curiosità e  immaginazione. Anche i bambini offrono alla classe momenti di  condivisione del sapere durante le cosiddette “conferenze” nelle  quali espongono in modo coinvolgente ai compagni le presentazioni  frutto delle proprie ricerche.  

Vengono inoltre promosse esperienze che consentano ai bambini di  conoscere la natura circostante, finalizzate ad accrescere il  “sentimento della natura”, inteso come attenzione, rispetto e  interesse verso ciò che vive attorno a noi.  
Una classe a metodo Montessori attua percorsi di apprendimento  per lo sviluppo dei traguardi di competenza individuati dalle  indicazioni nazionali ministeriali e delle competenze chiave.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giais, scuola aperta per scoprire il metodo Montessori

PordenoneToday è in caricamento