Domenica, 21 Luglio 2024
formazione / Sacile

A Sacile torna la settimana Steam, dedicata alla cultura tecnica e scientifica

Si terrà all'istituto comprensivo

Dalla stampa 3D ai video editing, dall’intelligenza artificiale ai fumetti. All’istituto comprensivo di Sacile, col supporto del Cluster Comet, parte la nuova edizione della “Settimana STEAM”, in programma dal 24 giugno al 4 luglio. Docenti, esperti e aziende e professionisti coordinati dal cluster della meccanica, appassioneranno i giovani studenti con laboratori di meccanica, coding, robotica, automazione, domotica, progettazione e costruzione di manufatti meccanici, elettromeccanica, elettronica, temi green. Obiettivo: avvicinare i giovanissimi al mondo tecnologico coltivando sin dalla scuola d’infanzia l’attitudine alle materie STEAM (Science, Technology, Engineering, Art, Mathematics).

“L’iniziativa - spiega il direttore del Comet, Saverio Maisto - è nata tre anni fa dall’idea di un gruppo di docenti di rendere più accattivanti le materie STEAM attraverso una didattica innovativa e laboratoriale. Al Comet, che rappresenta oltre cinquemila aziende del territorio, spetta divulgare il cambiamento della meccanica e della manifattura, spiegare l’evoluzione di questo settore grazie alle tecnologie avanzate, trasmettere un’immagine moderna del settore, dove digitalizzazione e robotizzazione oggi richiedono personale tecnico con competenze in processi produttivi sempre più complessi. Ecco perché una formazione in ambito STEAM che parta sin da fin dalla più tenera età assicura, in futuro, uno sbocco occupazionale”. Il percorso - finanziato anche da fondi PNRR - coinvolge gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado dell’istituto comprensivo di Sacile in attività orientative e di formazione tecnico-scientifica di gruppo. Le imprese del territorio - Casagrande, Cosma Group, FCF Cold Forging, Leanproducts, MIT, Nice, PAFF!, RDZ, Settex - accoglieranno poi i ragazzi di terza media nei loro stabilimenti produttivi per raccontare il mondo della meccanica e meccatronica e le competenze richieste oggi.

I laboratori si terranno presso la scuola secondaria di primo grado Balliana Nievo, in viale Pietro Zancanaro 56 a Sacile (si ringrazia Autotrasporti Ballarin di Maniago per il trasporto di un cobot da un’azienda alla scuola). SI parte il 24 giugno con una giornata dedicata a Marconi: gli allievi realizzeranno una macchinina ad elastico, a partire da un prototipo, e trottole con diversi tipi di materiali. Il 25 è la volta dell’intelligenza artificiale: si affronteranno temi come domotica e automazione, chimica e circuiti elettrici; tra le attività ludiche, la progettazione e la costruzione di un labirinto. Il 26 verrà progettato un ponte idraulico; tra gli argomenti trattati magnetismo ed elettricità, droni, forni solari. Il 27 giugno si spazia dal fumetto alla pesca magnetica; il 28 gli studenti saranno alle prese con lo zootropio elettrico e con l’ideazione di un nuovo Sapientino. A luglio si passa alla modellazione con sketchup, stampa 3D, video editing, realizzazione di ecosistema in vetro (terrario). Il 4 luglio, infine, si svolgerà l’evento conclusivo con famiglie, imprese e istituzioni, occasione in cui verranno rendicontati i progetti svolti e quelli futuri; alla consegna degli attestati saranno presenti la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Sacile Armida Muz, i vertici del Comet, e l’assessore regionale Rosolen.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sacile torna la settimana Steam, dedicata alla cultura tecnica e scientifica
PordenoneToday è in caricamento