rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
social

«Vomito per chi propone classi differenziali»: Prof. Maggi ammonisce tutti dopo il ritratto di un alunno autistico

«Si esprime attraverso il disegno, mostra la sua sensibilità e intelligenza», ha spiegato il docente

Manuel gli ha fatto un disegno, ispirandosi a una caricatura e così ha conquistato il professor Maggi. Il docente pordenonese racconta sui suoi canali social il regalo che gli ha fatto un alunno autistico, a cui assegna ovviamente un nome di fantasia.

«Manuel non è un mio alunno, ma mi capita spesso di incrociarlo nel corridoio della scuola. È un bel peperino, ma con me ha sempre avuto un bel rapporto. Io lo saluto, e lui mi saluta guardando da un’altra parte; io gli chiedo come sta e lui mi dice sempre che sta bene. Percepisco che questo mio interesse nei suoi confronti gli fa piacere. 
Un giorno, a ricreazione, era molto arrabbiato, non so il perché. Se ne stava seduto sulle scale del cortile da solo e brontolando disegnava qualcosa nervosamente, anzi, furiosamente, senza quasi nemmeno guardare il foglio.  Mi sono avvicinato e ho notato con meraviglia che il disegno era un autentico capolavoro», racconta Maggi.

«Qualche giorno fa ci siamo ritrovati nella biblioteca della scuola. Era in compagnia dell’educatrice, Flora, che è bravissima. Manuel con Flora sta molto bene. Si è seduto a un tavolo, ha preso un foglio e si è messo a disegnare. Gli ho chiesto se per piacere mi faceva un ritratto. Lui mi ha risposto serio: “No!”
Mi ha fatto molto ridere.  Poi, l’altro ieri, incontro la sua mamma, che mi dice che Manuel mi ha fatto un disegno», ha detto.

«È un disegno, quello di Manuel, che ci fa capire tutta la sua sensibilità e tutta la sua intelligenza, perché per essere spiritosi bisogna essere prima di tutto intelligenti. Manuel ha un’intelligenza che si esprime attraverso il disegno, perché lui ha quel canale lì per mostrarcela. Ed è un’intelligenza pura, genuina, profonda e dirompente. Che va coltivata, perché è un patrimonio per lui, ma lo è anche per me e per voi tutti. Il solo pensiero che ci sia gente che propone le classi differenziali, “per non rallentare i più bravi”, mi fa venire il vomito. La sua intelligenza soffocherebbe. E sarebbe un male per lui, per me e per tutti voi», ha concluso, ammonendo così tutti coloro che vorrebbero a vario titolo o per varia ragione reintrodurre le classi scolastiche che erano  destinate ad alunni disabili o affetti da disturbi dell'apprendimento o problemi di socializzazione.

Maggi_Prof_Manuel


PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vomito per chi propone classi differenziali»: Prof. Maggi ammonisce tutti dopo il ritratto di un alunno autistico

PordenoneToday è in caricamento