Domenica, 21 Luglio 2024
social

Inside Out 2, Enrico Galiano entusiasta spiega gli otto motivi per cui gli adulti dovrebbero vederlo

«Siamo tutti Riley, un meraviglioso impasto di emozioni», commenta lo scrittore e docente pordenonese

Il Padrino II, Ironman II, Batman returns (rispetto al primo Batman) e Il cavaliere oscuro (rispetto a Batman begins). Sono questi i pochissimi sequel degni del primo film secondo Enrico Galiano.

Da oggi, però, alla lista si aggiunge  Inside Out 2. Un'opinione condivisa da molti tra coloro che sono andati a vederlo al cinema e che trova anche l'approvazione di Enrico Galiano.

Su IlLibraio.it lo scrittore e docente pordenonese ha voluto elencare gli otto motivi per cui soprattutto gli adulti dovrebbero andare a vederlo.

Galiano spiega che siamo tutti Riley, la protagonista e come lei siamo abitati da emozioni che ci fanno parlare, agire, piangere e ridere.

Tra i motivi elencati da Galiano c'è che è un film per tutti che insegna a dare un nome alle emozioni, che fa capire come funziona un attacco di panico che «non è una cosa che si può controllare facilmente, né risolvere con un “Calmati” (nessuno nella storia si è mai calmato dopo un “Calmati”)».

Lo scrittore, che ha i suoi personaggi preferiti, sottolinea come Inside Out 2 è uno di quei film di animazione che «fanno tornare fuori il bambino che, in te, non se ne è mai andato. In questo caso, più che altro: l’adolescente che sei stato e che, ogni tanto, rimbalza fuori e ritorna ai comandi delle nostre emozioni sballate».

«Siamo tutti un meraviglioso impasto di emozioni contrastanti che si prendono a botte e litigano e poi si vogliano bene e poi si odiano e poi si amano ancora. E questo film ci aiuta ad avere meno paura dello 'stupendorrendo' caos che saremo sempre», scrive Enrico Galiano su IlLibraio, nell'articolo in cui elenca gli otto motivi per cui correre subito al cinema a vedere Inside Out 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inside Out 2, Enrico Galiano entusiasta spiega gli otto motivi per cui gli adulti dovrebbero vederlo
PordenoneToday è in caricamento