Domenica, 21 Luglio 2024
social

Studenti alla Maturità con i genitori, Enrico Galiano racconta 'il gesto d'amore' del padre: il post è virale

Più di 2 mila condivisioni e tantissimi commenti al ricordo dello scrittore

La Maturità 2024 volge al termine e i momenti di festa con genitori e amici sono stati anche l'occasione per qualche discussione, riflessione e polemica. Nel dibattito sono entrati in particolare, con posizioni diverse, l'opportunità della presenza dei genitori all'esame orale dei propri figli e quei riti di festeggiamento che hanno sempre accompagnato la fine dell'Università e ora sono anticipati rispetto a un tempo.

Enrico Galiano è intervenuto sul tema con un post che ha ricevuto più di 2 mila condivisioni e tantissimi commenti nel quale ha raccontato un episodio importante della sua vita.

«Mio padre venne al mio esame di maturità. Non c'è stato molto, nella mia vita, anzi per un sacco di tempo non c'è proprio stato, punto.
Però quel giorno venne. Era lì fuori ad aspettarmi, in un giorno per me molto difficile (come per tutti). Feci un disastro: conoscete qualcuno che alla maturità ha avuto la brillante idea di litigare col commissario esterno?»

«E poi all'uscita, ecco il mio papà. Gli raccontai del casino che avevo fatto, dello scritto di italiano andato malissimo, che ero sicuro di essere stato bocciato.
E sapete cosa fece, lui? Mi portò a bere. Alle dieci e mezza del mattino. Non c’era proprio niente da festeggiare, perché avevo fatto meno della metà di quello di cui ero capace. Però avevo fatto tutto quello che potevo. Quel ricordo lì, di mio padre, la sua pacca sulla spalla dopo quel brutto flop, è uno dei più bei ricordi che abbia di lui. Di sicuro una delle volte in cui l’ho sentito veramente vicino», confida sui social.

«Voi non potete sapere le storie che ci sono dietro ogni mazzo di fiori fuori da scuola. Dietro ogni abbraccio, ogni festeggiamento.  Non sono quasi mai un “premio”.  Il messaggio non è quasi mai “vita facile”, “minimo sforzo”, “cordone ombelicale”. Magari qualcuno sarà fuori luogo, magari qualcun altro sarà deleterio se fatto solo per moda o per facciata; di sicuro essere lì anche durante l’esame può non fare molto bene alla costruzione dell’autostima, all’arte di cavarsela: certo. Chi dice di no», evidenzia.

«Ma nella stragrande maggioranza dei casi quei fiori fuori da scuola sono solo un modo per dire: ehi, io ci sono. Sono qui in una delle tappe più importanti della tua vita.  Molti ragazzi e ragazze della mia generazione, oggi, sarebbero genitori e persone migliori, più empatiche, più serene, se avessero avuto qualcuno lì fuori ad aspettarli il giorno dell’esame. E oggi non ci vedrebbero niente di male di fronte a quello che è, prima di tutto, un gesto d’amore», sottolinea Enrico Galiano che prende ancora una volta una posizione netta, raccontando in prima persona il suo vissuto e trovando tantissimi commenti favorevoli sui social.

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti alla Maturità con i genitori, Enrico Galiano racconta 'il gesto d'amore' del padre: il post è virale
PordenoneToday è in caricamento