rotate-mobile
IN TELEVISIONE / Erto e Casso

Mauro Corona sul femminicidio di Giulia Cecchettin: «La cultura patriarcale esiste ancora»

L'intervento dello scrittore ertano a È sempre Cartabianca

Il drammatico femminicidio di Giulia Cecchettin è al centro delle riflessioni di È sempre Cartabianca, martedì 21 novembre, in prima serata su Rete 4. Tra queste, in apertura, c'è anche quella di Mauro Corona che commentando la terribile uccisione della ragazza da parte del suo ex Filippo Turetta ha detto: «Non sarà l'ultima, perché l'uomo è fatto così. Il dramma è che ci sono reminiscenze secondo cui l'uomo deve comandare».

Mauro Corona, evidenziando con grande indignazione l'orrore vissuto dalla giovane, ha ancora una volta raccontato a Bianca Berlinguer e ai telespettatori la sua vita ricordando di aver vissuto con un padre violento e la fuga della madre che lasciò la famiglia per anni. Riferendosi alla sua famiglia ricorda che il nonno «prese un tizzone e colpì mia nonna, che aveva dato una risposta sibillina, rendendola quasi cieca da un occhio».

Proprio partendo dalla sua esperienza, Mauro Corona, come più volte ha fatto nella trasmissione di Bianca Berlinguer in questi anni, ha nuovamente insistito sul fatto che «bisogna insegnare alla nuova generazione di uomini ad imparare a perdere, ai bambini bisogna insegnare che esiste la sconfitta e che quando si viene lasciati dalla fidanzata, bisognerebbe riuscire ad essere felici se l'altra persona sta meglio. Mi rendo conto che è difficile, difficilissimo. L'etica dell'amore è adoperarsi affinché l'altra persona sia felice, ma io conosco persone che, dopo 30 o 40 anni, non permettono alla moglie di mettersi un file di trucco. La cultura patriarcale esiste ancora, esiste questa cultura perniciosa che si tramanda di padre in figlio: siamo ancora all'età della pietra, perché pensiamo ancora di comandare noi, anche i giovani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mauro Corona sul femminicidio di Giulia Cecchettin: «La cultura patriarcale esiste ancora»

PordenoneToday è in caricamento