rotate-mobile
Magazine
PASQUA

Ricette tradizionali e innovative per il pranzo di Pasqua

Una rivisitazione della torta pasqualina: eccola nella versione finger food

Di regione in regione, i menu pasquali offrono un’ampia e gustosa scelta di ricette. Da nord a sud, piatti tradizionali o innovativi, accompagnano famiglie e amici in questa giornata di festa.

Partiamo con una costante, le uova. Che si tratti del tipico dolce di cioccolato o di un antipasto salato servito con diverse farciture, è difficile pensare a una Pasqua senza di loro. Protagonista della tradizione partenopea, da servire tra gli antipasti, il Casatiello, un rustico lievitato, con un ripieno variegato e saporito: salame piccante, formaggi e fave sono solo alcuni degli ingredienti che lo farciscono, mentre uova sode con il guscio vengono adagiate sulla sommità del pane. Come portata principale, l’immancabile agnello – spezzatino, costolette o cosciotto – servito nelle più svariate versioni e generalmente accompagnato da patate. Tra i dolci tradizionali, la pastiera napoletana, l’unione tra pasta frolla, ricotta, grano cotto, canditi e acqua di fiori d’arancio, e infine, la colomba.

Idee creative per una tavola piena di gioia e colori, adatta a grandi e piccini

La torta pasqualina in versione finger food

Generalmente servita tra gli antipasti, la torta pasqualina è di origine ligure, più precisamente della città di Genova. Secondo l’antica tradizione, la preparazione prevedeva 33 sfoglie sottili, un numero che richiamava gli anni di Gesù, e una ricca farcitura. Ora il numero delle sfoglie si è decisamente ridotto, ma la farcitura è rimasta la stessa di sempre: un tradizionale e gustoso ripieno di spinaci, bietole e erbette, ricotta e uova sode.

Nella versione che vi proponiamo, non avremo un’unica grande torta, ma tante piccole monoporzioni, da presentare in modo originale.

Ingredienti per 12 tortine:

1 +1/2 foglio di pasta sfoglia rettangolare

500 g di spinaci crudi

200 g di ricotta fresca

200 g di grana padano

2 uova di gallina intere

12 uova di quaglia fresche

Preparazione:

Stendiamo il foglio di pasta sfoglia e lo lasciamo riposare qualche minuto. Procediamo tagliando 12 quadratini che saranno poi posizionati in uno stampo per muffin (in alternativa, andranno benissimo anche gli stampini monoporzione in alluminio usa e getta). In una padella antiaderente, cuciniamo gli spinaci uniti a un paio di cucchiai di acqua; cuociamo coprendo la pentola con un coperchio per qualche minuto, fino a che gli spinaci non si saranno asciugati. Lasciamoli poi raffreddare, strizziamoli delicatamente con le mani e tagliamoli finemente con un coltello.

Versiamo in una ciotola la ricotta con il formaggio grattugiato, le uova di gallina e gli spinaci, e mescoliamo il tutto. Dividiamo il ripieno appena ottenuto all’interno dei 12 stampini di sfoglia preparati precedentemente e creiamo un buchino al centro, in cui andremo a versare l’uovo di quaglia. Con il resto della pasta sfoglia tagliamo delle striscioline da posizionare come se fossero delle piccole crostate.

Cuocere in forno a 200° per 25/30 minuti, monitorando man mano la cottura.

Il menu di Pasqua: tra tradizioni e rivisitazioni

Come impiattare le tortine in maniera originale

Trattandosi di piccole porzioni e di un piatto da servire tiepido, possiamo immaginare di ritagliare un fazzoletto con la carta da forno, stropicciarlo in modo da riuscire a dargli la forma desiderata, e avvolgere la mini torta pasqualina come a confezionare un piccolo uovo di pasqua. Chiudere il tutto con uno spago, facendo un piccolo fiocco e posare il tutto sul piattino da antipasto: la presentazione risulterà semplice, rustica ed elegante.

Articolo originale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PordenoneToday è in caricamento