rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Sport

Spring Run, edizione dei record: a Trieste trionfano Bamoussa e Wolkeba

Sul gradino più alto del podio sono saliti l'atleta di Gp Livenza Sacile Abdoullah Bamoussa e la grande favorita della vigilia Asmerawork Bekele Wolkeba

Si è concluso oggi, 5 maggio, l’ultimo atto della Trieste Spring Run, manifestazione organizzata dall’Apd Miramar con la collaborazione dell’Asd Trieste Atletica Aps, la co-organizzazione del Comune di Trieste e il patrocinio della Regione Friuli-Venezia Giulia. 

Edizione da record

Un’edizione da record con oltre 10.000 partecipanti (6000 alla Family, 2500 alla Trieste 21K, 1500 alla Trieste Spring Young e 250 tra specialisti dei roller e staffetta solidale). Regina della domenica, oltre all’imperdibile e entusiasmante Bavisela Family Run, è stata la Trieste 21K, da Duino a Piazza Unità. Sul gradino più alto del podio sono saliti l’italo-marocchino Abdoullah Bamoussa (Gp Livenza Sacile) e l’etiope, grande favorita della vigilia, Asmerawork Bekele Wolkeba (Etiopia, Asd Podistica Torino). 

La classifica femminile

Al femminile non c’è stata proprio storia per il successo finale: l’etiope Asmerawork Bekele Wolkeba si è dimostrata di una spanna superiore alla concorrenza disputando una prova in solitaria dal primo all’ultimo metro. La portacolori dell’Asd Podistica Torino ha chiuso la sua fatica dopo 1h17:44, davanti a Erika Michielan (VeniceMarathon, 1h25:58) e alla triestina, che quest’oggi ha raggiunto uno dei migliori risultati della sua carriera, Gaia Tomassini che ha
terminato in terza piazza con il crono di 1h26:12.

 La domenica si è conclusa alle ore 13.00, quando è partita la maratona mondiale Wings for Life, il più grande evento benefico di corsa al mondo, nato per sensibilizzare la ricerca sul midollo spinale. “Anche quest’anno la manifestazione è stata una grande festa che ha coinvolto tutta la città: atleti, famiglie, giovani, associazioni di volontariato. È un onore essere tra gli organizzatori di un evento che ha portato entusiasmo e gioia nel centro città nelle ultime settimane - ha sottolineato Emilio Porto, presidente di Adp Miramar - È stato un anno di lavoro intenso, questa rassegna nasce da un percorso di collaborazione fatto di passione, entusiasmo e tanta voglia di restituire alla città un appuntamento che fa parte della sua storia e della sua tradizione. Un pensiero in particolare va ai tanti volontari che hanno reso possibile le gare e tutti gli eventi collaterali, con un impegno importante e grandissima generosità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spring Run, edizione dei record: a Trieste trionfano Bamoussa e Wolkeba

PordenoneToday è in caricamento