rotate-mobile
atletica / San Vito al Tagliamento

Parata di stelle all’Atletica 2000 Meeting Nei 100 una doppia medaglia olimpica

Di alto livello il cast della gara del World Athletics Continental Tour di domenica 2 giugno a San Vito al Tagliamento

L’ingresso nella serie Challanger del World Athletics Continetal Tour, si era detto, avrebbe alzato il livello della riunione. Così è stato visto l’elenco iscritti. Parata di stelle all’Atletica 2000 Meeting, in programma domenica 2 giugno a San Vito al Tagliamento. La 18esima edizione della gara, organizzata dall’Atletica 2000, promette spettacolo, se è vero che al via non mancano atleti che hanno preso parte da protagonisti sia ai Giochi Olimpici, sia ai campionati mondiali. Alcuni di loro partecipano all’evento pordenonese per incamerare punti utili per migliorare la propria posizione nel ranking iridato, graduatoria che rappresenta uno dei criteri di qualificazione per i Giochi Olimpici (in programma dall’1 all’11 agosto a Parigi). 
La stella del meeting sarà sui blocchi di partenza dei 100 metri femminili. Correrà infatti Asha Philip, 11’’26 di personale, due volte medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici con la 4x100 del Regno Unito (a Rio 2016 e a Tokyo 2021). Nel suo curriculum anche due argenti ai campionati mondiali all’aperto di Londra 2017 e Doha 2019 sempre con la staffetta veloce. A sfidarla la polacca Paulina Paluch (11’’44), che ha preso parte ai Giochi di Tokyo con la sua nazionale nella 4x100. Di grande livello il cast dei 100 metri maschili, con otto velocisti accreditati di un tempo inferiore a 10’’55. Sarà duello tra i sudafricani Tseba Matsoso (10’’10) e Retshidisitswhe Mlenga (10’’15), ma attenzione allo sprinter giuliano della Trieste Atletica Leo Domenis, allievo classe 2007, nel giro della nazionale forte del suo 10’’54.
Grandi interpreti anche negli 800 metri, sia maschili, sia femminili, provenienti dal Brasile. Tra gli uomini sarà sfida tra Eduardo Ribeiro (1’45’’10), Leandro Alves e Leonardo Santos, entrambi accreditati di 1’45’’82. Il primo, campione nazionale, ha preso parte ai mondiali outdoor di Budapest del 2023 come la connazionale Flavia Da Lima, campionessa sudamericana del doppio giro di pista, che se la vedrà con Gena Lofstrad (Sudafrica, 2’01’’51). Nei 400 metri maschili spicca la presenza del keniano Boniface Mweresa (personale di 44’’96): già campione mondiale nel 2017 con la staffetta 4x400, cerca a San Vito il tempo per volare a Parigi. Nei 100 metri ostacoli femminili duello tra l’australiana Imogen Breslin e l’ucraina Natalia Yurchuk (13’’19 e 13’’23 i personali), mentre nei 110 ostacoli maschili il favorito è il croato Spencer Brown (13’’75).
Nei concorsi c’è grande attesa attorno al friulano dell’Aeronautica Militare Enrico Saccomano: l’atleta di Nespoledo sarà il protagonista del lancio del disco maschile, specialità in cui di recente ha portato il primato personale a un ottimo 62,99. Nel salto in alto e nel salto in lungo maschile le stelle sono rispettivamente Brian Raats e Ruswahl Samaai: entrambi sudafricani, il primo ha un personale di 2,26 e si è laureato nel 2022 vice-campione mondiale U20; il secondo ha un primato di 8,49 ed è risultato quinto ai campionati mondiali di Doha del 2019. 
L’evento sarà presentato alle 16 di sabato 1° giugno nella sala consiliare del Comune di San Vito al Tagliamento. Il ritrovo di giuria e concorrenti è previsto alle 15.30 di domenica 2 giugno, mentre le prime gare giovanili si tengono a partire dalle 16.30. Un’ora più tardi, dalle 17.30, toccherà agli assoluti e agli atleti paralimpici. A collaborare con l’Atletica 2000 la Libertas Sanvitese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parata di stelle all’Atletica 2000 Meeting Nei 100 una doppia medaglia olimpica

PordenoneToday è in caricamento