rotate-mobile
la ricorrenza

La triste ricorrenza: un anno fa l'esordio del Pordenone al Tognon

Doveva essere l'inizio di un nuovo ciclo in provincia. Oggi non c'è più niente

Ci stavamo quasi dimenticando questo nefasto anniversario. Era il 5 marzo del 2023: il Pordenone Calcio esordiva allo stadio Tognon di Fontanafredda e tornava a giocare in provincia dopo quasi quattro anni. Nel giro di pochi mesi sarebbe fallito e sparito dal mondo del calcio. 
Sembra passata una vita da quel pomeriggio di festa, con tanti curiosi, tanti tifosi che aspettavano la fine dell'esilio e senza dimenticare la massiccia presenza di politici di tutti i colori (poi tutti spariti) a caccia di voti per le elezioni regionali che si sarebbero tenute un mese dopo. 
E forse una vita è passata davvero, calcisticamente di sicuro. Al Tognon adesso ci gioca la Triestina che ha problemi con il campo dello stadio Rocco mentre il Fontanafredda è in esilio al Bottecchia di Pordenone. In città il centro sportivo De Marchi è vuoto e abbandonato, in attesa della riassegnazione ad altre associazioni sportive.
La diaspora dei tifosi li vede ora sparsi tra vari sport, dal basket al calcetto. Orfani dello sport nazionale. 
Il futuro non c'è: nessuno ha ancora concretamente fatto un passo per far ripartire questa storia nata nel 1920 e finita in un mare di tristezza e debiti. 
Insomma, un quadro desolante. Ma nonostante tutto c'è ancora un humus che attende un germoglio neroverde, magari in questa primavera. Chissà quando sboccerà il nuovo Pordenone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La triste ricorrenza: un anno fa l'esordio del Pordenone al Tognon

PordenoneToday è in caricamento