Calcio

Pordenone calcio, sentenza attesa per novembre

Dopo sei mesi dalla presentazione dell'istanza di fallimento, i giudici dovrebbero riunirsi dopo il termine di consegna dei documenti da parte del club.

Entro il 31 ottobre la società del Pordenone calcio dovrebbe consegnare gli ultimi documenti richiesti dalla Procura per sperare nella salvezza. I termini di consegna dei documenti erano già stati fissati da tempo, ma fino ad ora non era stata comunicata la data esatta della riunione del tribunale fallimentare per decidere sulle sorti del club. Stando a quanto viene riportato dal Messaggero Veneto, i giudici dovrebbero trovarsi il 2 novembre per discutere sulla proposta di concordato preventivo inviato dai legali di Mauro Lovisa, presidente del Pordenone calcio.

Pordenone calcio, Lovisa 'risponde' ai tifosi: «Prima sistemiamo le cose, poi troveremo qualcuno più bravo di noi»

Sei mesi dopo l'annuncio dell'istanza di fallimento comunicato dall'allora procuratore Raffaele Tito, dovrebbe tenersi la gara decisiva per i ramarri. Una partita che non si giocherà purtroppo sul campo, ma all'interno di un'aula di giustizia. Tra una settimana si deciderà dunque se il club potrà ripartire con l'attività sportiva come già sta avvendendo con i ragazzi dei Primi calci. 

Nel frattempo non si sono placate le contestazioni dei sostenitori del Pordenone, a cominciare dai gruppi ultras Supporters e Bandoleros proseguono che nei giorni scorsi sono tornati al centro sportivo De Marchi avevano esposto uno striscione con la scritta "Lovisa vattene". Il presidente Lovisa aveva risposto alle ultime proteste dei tifosi sostenendo di essere al lavoro per trovare una soluzione in merito alla situazione finanziaria del club. «Stiamo lavorando per sistemare le cose - afferma Lovisa - poi toccherà a gente più brava di noi»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone calcio, sentenza attesa per novembre
PordenoneToday è in caricamento