rotate-mobile
sport / Vallenoncello

L'Aiac premia i sette "allenatori vincenti" del 2023

Insigniti i mister distintisi nel corso della stagione. La serata nel ricordo di Adriano Boccalon “Oscar” alla carriera ad Alfonso Semenzato per la sua attività nel vivaio e in prima squadra

Il premio si chiama “Allenatore vincente 2023” ed è riservato ai mister che si sono maggiormente distinti nel corso della stagione: sono stati sette i tecnici che si sono meritati il riconoscimento, consegnato loro durante la festa di fine anno del comitato provinciale di Pordenone dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio. L’evento, tenutosi a Vallenoncello grazie alla disponibilità della società locale, è stato voluto dal presidente Aiac Alessandro Giavon e dal suo consiglio direttivo. Numerose le autorità presenti, tra cui il vice-presidente della Figc regionale Claudio Canzian, il presidente del comitato provinciale Figc Giorgio Antonini, il componente del Comitato regionale arbitri Christian Vaccher, il presidente dell’Aia di Maniago Giulio Bassutti, il delegato del comitato provinciale Mauro Chiarot  e l’Assessore allo Sport del Comune di Pordenone Walter De Bortoli.
Proprio quest’ultimo ha consegnato il premio alla carriera “Mauro Brusadin” ad Alfonso Semenzato, allenatore che si è distinto non solo per i risultati ottenuti in prima squadra con Tamai e Centro del Mobile, ma anche per la sua attività nel settore giovanile e per aver rifondato nel 2004 il vivaio del Pordenone. Il premio “Adriano Boccalon” è andato a Stefano De Agostini, attuale mister del Tamai, vincitore della coppa disciplina nel campionato di Eccellenza con le furie rosse. A consegnarlo la moglie e le figlie di mister Boccalon, di cui De Agostini, come tutti i presenti in sala, è stato grande amico. Il premio “Allenatore vincente 2023” è stato poi assegnato a Milvio Piccolo (Pravis 1971) per il successo nel girone A di Seconda categoria; a Marco Pizzutto (Azzanese) per la vittoria del girone A del campionato juniores provinciale; ad Alex Moret (Fiume/Bannia) per l’affermazione nella seconda fase del girone A1 degli under 15 (giovanissimi); a Giacomo Costa (Fontanafredda) per aver vinto l’under 14 regionale (giovanissimi) e infine a Thao Minh Le Huyn (Liventina) per il successo tra gli under 13 Futsal Elite.
Il comitato provinciale Aiac, che conta circa 130 associati, si concentra ora sulle attività del 2024, con la volontà di organizzare alcuni eventi in presenza con professionisti del settore. In prospettiva futura il presidente Alessandro Giavon ha poi voluto lanciare un appello: “Mancano tecnici che si dedichino all’attività di base – ha detto -. Le società si rivolgono a noi per cercare un aiuto in questo senso. Da parte nostra stiamo studiando alcune iniziative col professor Messina, responsabile regionale dell’attività di base, per avvicinare il maggior numero di allenatori pronti ad affiancare in campo i più piccoli”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aiac premia i sette "allenatori vincenti" del 2023

PordenoneToday è in caricamento