rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Tasse

Modello unico 730: come si compila e dove si presenta

Una breve guida su come compilare la dichiarazione dei redditi per i lavoratori dipendenti e i pensionati

Il modello 730 è lo strumento che l’Agenzia delle entrate riserva ai lavoratori dipendenti e pensionati per la dichiarazione dei redditi. Si tratta di un sistema semplificato che presenta dei vantaggi al lavoratore. Il contribuente non deve infatti eseguire calcoli, e ciò comportate anche la possibilità di ricevere l rimborso direttamente in busta paga (o nella propria pensione). Nel caso invece si dovesse effettuare pagamenti d’imposta, il costo verrà invece trattenuto in busta paga (o nella pensione). Negli ultimi anni sempre l’agenzia delle entrate ha attivato il 730 precompilato. Un modello ancora più semplificato a cui si può accedere con:

  • Carta nazionale dei servizi (Csm)
  • Spid
  • Inps o Fisconline/Entratel

In alternativa del sito dell'Agenzia delle Entrate, si potrà invece consegnare il modulo al Caf di fiducia, al sostituto d’imposta (datore di lavoro o l'ente pensionistico) o ad altri intermediari come il commercialista o un consulente del lavoro.

Chi può compilarli

Il documento per la dichiarazione dei redditi può essere compilato da chi ha percepito:

  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (es. co.co.co. e contratti di lavoro a progetto)
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA (es. prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente) 
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi diversi (es. redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • redditi assoggettabili a tassazione separata

I documenti

Per procedere alla compilazione servono delle specifiche documentazioni. Tra queste:

  • il Cud (Certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati) rilasciato dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico 
  • fatture, ricevute, scontrini che certifichino le spese sostenute durante dell’anno e che siano deducibili dal reddito
  • Altri documenti che possono essere riconosciuti come spese deducibili (il mutuo per l’acquisto di un’immobile, una polizza assicurativa)
  • ricevuta dei bonifici per le opere di ristrutturazione, compensi dei professionisti e i vari oneri di urbanizzazione da versare al Comune
  • ultima dichiarazione presentata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modello unico 730: come si compila e dove si presenta

PordenoneToday è in caricamento