rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
social

Perché 'Onda alta' di Dargen D'Amico dovrebbe essere studiata a scuola: lo spiega il prof. Enrico Galiano

L'analisi del testo del docente su richiesta dei suoi follower

«Me l'avete chiesta in tantissimi e sì, anche 'Onda alta' di Dargen D'Amico dovrebbe essere studiata a scuola».  Il professor Enrico Galiano è di parola e, come promesso, visto il successo ottenuto dalla sua analisi del testo di "Casa mia" di Ghali ha assecondato una seconda richiesta da parte dei suoi follower.

«Questa canzone utilizza una tecnica di scrittura preziosissima, che si chiama 'Miscere utile dulci', che consiste nell'utilizzare parole dolci, simpatiche, superficiali, frivole, per poi infilare nel momento giusto il didascalico», evidenzia il docente.

«Quando dice che la vita è breve, a volte un mese si riferisce a tutti i bambini che sono morti durante la traversata nel Mediterraneo...quando parla di un giovedì la canzone di D'Amico si riferisce alla prima grande strage di migranti, avvenuta giovedì 3 ottobre 2013 e la maggior parte delle stragi avviene di giovedì», mette in risalto Galiano.

D'Amico usa cesure, anafore, iperboli e eufemismi, sottolinea Galiano, ma va dritto al punto e canta: «Abbiamo cambiato le idee, abbiamo cambiato leader, ma la madre e le altre donne non hanno niente da ridere» per dire che «se la guerra è dei bambini la colpa è di tutti quanti».

Anche questa analisi è stata particolarmente apprezzata. Tra i commenti c'è chi scrive: «Grazie prof! E continuiamo a chiamarle canzonette!», «Come per Ghali è eccezionale la tua analisi . Grazie per questo lavoro», «Complimenti… è un piacere apprendere da te!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché 'Onda alta' di Dargen D'Amico dovrebbe essere studiata a scuola: lo spiega il prof. Enrico Galiano

PordenoneToday è in caricamento