rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
la svolta

Nove spaccate e furti in bar e ristoranti: arrestato 31enne

Indagine della polizia per arrivare alla custodia cautelare in carcere del ladro

Si è chiuso il cerchio intorno al ladro che nell'ultimo periodo ha messo a segno numerosi furti ai danni di esercizi commerciali a Pordenone e provincia.La polizia ha arrestato il malvivente: si tratta di un cittadino italiano, D.R. le sue iniziali, 31enne già noto alle forze dell’ordine.  
Sono nove gli episodi contestati: tra furti commessi e furti tentati, nell’ordinanza di custodia cautelare: in particolare il trentunenne è stato individuato quale presunto autore di tre furti  commessi in danno del ristorante “Materia prima” nelle giornate del 26, 31 ottobre e 5  novembre, di quello commesso in danno del Rust Hosteria del Mundo lo scorso 2 novembre, al bar Carmen dello scorso 30 dicembre, del furto commesso lo scorso 2 gennaio ai danni dello Yes Bar, e dei tentati furti commessi in danno della sala giochi “Perseo”  lo scorso 21 dicembre, alla gelateria “Amore Bio “ e alla Parrucchieria “Elisa Perez arte capelli”, entrambi commessi la notte di Capodanno.  
Per altri quattro quattro episodi, non formalmente contestati nell’ordinanza, l’uomo è stato invece  denunciato in stato di libertà, e sono ancora in corso ulteriori indagini al fine di attribuire al  31enne ulteriori furti commessi, anche fuori provincia, con analoghe modalità. 

Il modus operandi era sempre lo stesso: scelto l’obiettivo, il giovane, agendo con solerzia, s’introduceva nel locale notte tempo rompendo vetrate e porte d’ingresso con calci e spallate e s’impossessava del fondo cassa, ammontante a qualche centinaia di euro, e di altri oggetti di  valore prontamente reperibili dandosi poi alla fuga prima dell’arrivo delle pattuglie. 
I poliziotti della Squadra Volante lo hanno individuato grazie a un’attenta visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza delle attività commerciali depredate e di quelle delle vie vicine. Importante anche il lavoro della polizia scientifica nei vari sopralluoghi: in un'occasione erano state rilevate le impronte digitali dell’uomo.  
Il pubblico ministero Federico Baldo ha richiesto al giudice per le indagini Preliminari del Tribunale di Pordenone Rodolfo Piccin un’ordinanza  di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita nella tarda serata del 22 gennaio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove spaccate e furti in bar e ristoranti: arrestato 31enne

PordenoneToday è in caricamento