rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
il caso / Porcia

Compra i finocchi a chilometro zero ma scopre che arrivano da Napoli

È successo a un cliente del mercato del sabato a Porcia

Non ha nascosto la delusione un cliente di uno degli espositori del mercato a chilometro zero di Porcia, che si tiene il sabato mattina. Secondo quanto ha riportato sui social, un purliliese ha acquistato tra i vari prodotti anche dei finocchi, scoprendo però che non erano coltivati nel Pordenonese.
Sul finocchio c'era infatti ben attaccato il bollino di un grossista di finocchi con sede in provincia di Napoli.
«Arrivato a casa - racconta il malcapitato cliente - mi sono accorto che aveva incollato una piccola etichetta con scritto "Paolillo, buono in ogni momento". Cercando su internet ho scoperto che era un grossista di finocchi, ma allora i prodotti che si vendono in questo mercato sono a km zero o sono gli stessi che trovo al mercato? Perché a questo punto vado al mercato che li trovo più convenienti. Per la cronaca il finocchio costava 3,90 euro al kg». 
L'adesivo, ben attaccato sul gambo, è in effetti quello dell'azienda Paolillo con sede a Sant'Antonio Abate, che ogni anno vende 160 mila quintali di finocchi prodotti da 40 aziende campane. 
Il venditore ha risposto al cliente deluso negando di aver comprato i finocchi da un'altra azienda e affermando: «Prendiamo le cassette vuote per metterci le verdure nostre da un ambulante pertanto può succedere che non siano pulite da eventuali etichette o come in questo caso bollini». 
«​L'etichetta è attaccata saldamente al prodotto - ha replicato il cliente -.  Inoltre un'altra strana coincidenza è che un'etichetta di un fornitore di finocchi sia finita accidentalmente proprio su un finocchio». 

PordenoneToday è anche su WhatsApp. Iscriviti al nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra i finocchi a chilometro zero ma scopre che arrivano da Napoli

PordenoneToday è in caricamento