rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

La Città Diffusa, inaugurata la mostra dei pordenonesi del mondo

L'esposizione sarà accessibile dall'8 marzo al 4 aprile 2024

È stata inaugurata ufficialmente a Pordenone la mostra "La Città Diffusa". Un progetto nato dalla sinergia di Efasce (Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti) che dall'8 marzo al 4 aprile 2024 al Museo Civico d'Arte ha messo a disposizione del pubblico le opere di 7 artisti "Pordenonesi nel mondo". Persone che hanno lasciato la regione per vivere e lavorare all'Estero ma che ora hanno deciso di tornare con le proprie creazioni. A essi si affiancano le opere degli studenti del Liceo Artistico Galvani di Cordenons con la loro personale lettura artistica della città. 

All'inaugurazione hanno partecipato  Gino Gregoris - presidente EFASCE (Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti), Enrico Quattrin - dirigente del Liceo Artistico Statale Enrico Galvani e Alberto Parigi - vicesindaco e assessore alla Cultura Comune di Pordenone. Come momento di avvio della mostra, hanno firmato per primi il pannello dedicato ai pensieri dei visitatori. Attraverso l’arte Pordenone si collega al Mondo e il Mondo arriva a Pordenone, coinvolgendo anche i giovani: questo il messaggio che tutti gli interventi hanno sottolineato. 

Anna Grazia Giannuzzi Viceprefetto Vicario ha portato il saluto del Prefetto Domenico Natalino Manno. Gregoris ha anche letto il messaggio inviato da Pierpaolo Roberti - Assessore regionale alle autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza e immigrazione.

Presenti anche Michela Zin Direttore Fondazione Pordenonelegge, gli assessori alla cultura Loris Zancai Mucignat (Comune di Cordenons), Ester Filipuzzi (Comune di Spilimbergo), l'assessore sport e associazionismo del Comune di Sacile Alberto Gottardo, il delegato vescovile per la Cultura della Diocesi di Concordia Pordenone  Giovanni Mauro Dalla Torre. 

Gli autori delle opere

Ad aderire all'iniziativa sono stati sette Pordenonesi nel Mondo: Eugenio Belgrado (Vienna, Artista visivo); Elisabetta Calabritto (Londra, Graphic designer e illustratrice); Alessandro Cipolat (Londra, Graphic motion designer); Martina Del Ben (Berlino, Urban & social designer); Antonio Massarutto (Cortona, Scultore e designer); Marco Monti (New York, Post-production artist and professor); Luca Pascotto (Parigi, Esperto di mobilità e fotografo). 

Per il Liceo Galvani hanno partecipato gli studenti delle classi 3E e 5E: Andrea Busacca, Sara Contardi, Davide Giroldo, Stella Kasa, Kevin Marongiu, Agata Mascarin, Alessia Mattei, Valeria Miotto, Vittoria Nimis, Elisa Raccanelli, Giulia Simola, Filip Stamenkovski, Enrico Stolfo, Elena Tarabocchia, Clara Bano, Ingrid Basili, Mary Beduz, Claudia Bertoldo, Caterina Boz, Martina Celeprin, Anna Cisilino, Matthias De Piero, Salima Filipetto, Adrian Daniel Garbea, Arianna Latino, Meri Llanaj, Martina Celeprin, Denise Marcolin, Michelle Mariuzzo, Alexander Marra Dalles, Asia Mozzon, Celeste Petozzi, Matilde Piccinato, Nicole Piga, Nicole Rodella, Aurora Tranquilli, Iris Truccolo, Cristian Pezzutti. La grafica di Denise Marcolin è quella ufficiale della mostra. 

Il progetto di EFASCE è stato realizzato con il finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Comune di Pordenone, Camera di Commercio di Pordenone-Udine e con la collaborazione del Liceo Artistico Galvani di Cordenons, Fondazione Pordenonelegge e lo stesso Comune di Pordenone (che ha messo a disposizione la prestigiosa sede del Museo Civico).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Città Diffusa, inaugurata la mostra dei pordenonesi del mondo

PordenoneToday è in caricamento