rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Cronaca Azzano Decimo

Azzano, 600mila euro per riqualificare il Cinema Modernissimo

La ristrutturazione dell’ex cinema modernissimo oggi ha fatto il suo primo e concreto passo in avanti grazie al finanziamento regionale con fondi PIR di 600 mila euro ottenuti tramite un bando e alla collaborazione con il Comune di Pordenone. L’intervento è stato inserito all’interno di una progettualità ampia dell’area pordenonese: un territorio che condivide strategie e azioni, sinergico e coeso verso la capitale italiana della cultura, del turismo, dell’ambiente e dell’innovazione, il cui acronimo è CATI_2027. Un progetto articolato e complesso i cui partner comuni sono 15 di diverse dimensioni e caratteristiche geomorfologiche.

“Siamo molto orgogliosi di questa notizia – afferma il Sindaco, Massimo Piccini - appena insediati l’anno scorso abbiamo lavorato da subito per reperire finanziamenti per portare avanti questo progetto che è uno dei principali del nostro programma di mandato. A settembre c’è stata questa opportunità con i fondi PIR e l’abbiamo colta subito lavorando tutto il mese di agosto per raggiungere l’obiettivo. Il progetto finanziato prevede di dare nuova vita all’ex cinema e con questo primo contributo di 600 mila euro intendiamo procedere con il perfezionamento dell’acquisto dell’immobile, la bonifica dell’amianto, la demolizione e la sistemazione dell’area. Ovviamente la spesa complessiva dell’intero progetto è di circa 3 milioni e sarà sostenuta dal Comune attraverso fondi propri e altre linee contributive sulle quali siamo già al lavoro. Diversi sono gli obiettivi che si prefigge il progetto nel suo complesso ma è importante sottolineare che questo costituisce anche il primo esperimento di candidatura di un territorio di area vasta.”

“Questo è un ottimo risultato – afferma l’Assessore al bilancio, Cristina De Trane - frutto della collaborazione con il Comune di Pordenone attraverso la convenzione che abbiamo sottoscritto a inizio mandato legata alla gestione dei bandi. Il lavoro su questo bando è stato intenso abbiamo coordinato gli uffici in piena estate per arrivare a presentare un progetto di area a settembre e rispettare le scadenze. Il progetto ovviamente ha come capofila Pordenone ma è una prima prova per continuare a puntare sull’area vasta pordenonese e realizzare progetti validi per tutti il territorio lavorando in sinergia. Ringrazio gli uffici comunali ma anche quello delle politiche europee del Comune di Pordenone con il quale si è instaurata un’ottima cooperazione.”

“Considerata la posizione strategica dell’ex cinema – afferma l’Assessore alla cultura, Alberto Locatelli - vogliamo riqualificare l’edificio e realizzare una struttura con diverse funzioni per farla diventare una vera e propria casa della cultura. Pensiamo a un nuovo centro che ospiti al suo interno spazi espositivi, sala conferenze e sedi di associazioni. L’obiettivo è quello di diventare parte di una ampia rete in cui Azzano Decimo può diventare il fulcro di eventi anche importanti a livello regionale per i comuni e territori vicini ma si auspica di poter diventare anche anello di un’area molto più grande con la candidatura di Pordenone e l’area pordenonese a capitale italiana della cultura 2027.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzano, 600mila euro per riqualificare il Cinema Modernissimo

PordenoneToday è in caricamento