rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Salute

Covid, crescono i casi: Asfo raccomanda l'uso delle mascherine in ospedale

Le disposizioni dell'azienda sanitaria dopo l'ultima circolare comunicata dalla Direzione Centrale Salute, Politiche Sociali e Disabilità della Regione Friuli Venezia Giulia

Nelle ultime settimane il quadro epidemiologico ha mostrato un incremento dei casi di covid-19 in Italia e in Friuli Venezia Giulia. Per questo motivo Asfo raccomanda fortemente a lavoratori, utenti e visitatori di utilizzare ogni misura di precauzione in modo da contenere il più possibile la diffusione del virus. 

Le misure della circolare

Confermate, come stabilito dall'ordinanza del Ministero della Salute del 24 aprile 2023, le disposizioni che impongono dispositivi di protezione (DPI) delle vie respiratorie per lavoratori, pazienti e visitatori nelle strutture sanitarie all’interno dei reparti che ospitano pazienti fragili, anziani o immunodepressi, e nei complessi socio-sanitari e socio-assistenziali, dalle strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice, fino alle strutture riabilitative e residenziali per anziani, anche non autosufficienti. Per quanto riguarda i medici di medicina generale e i pediatri che operano negli ambulatori medici, l'uso è invece discrezionale.

La decisione di Asfo

Nonostante, come si legge nella circolare, si ritenga «auspicabile che sia ripristinato l’obbligo di utilizzo dei DPI per lavoratori, utenti, operatori dei servizi, accompagnatori e visitatori in tutti i reparti di degenza in regime ordinario e diurno, i Pronto Soccorso e Punti di Primo Intervento, gli ambulatori e gli spazi comuni (sale di attesa, corridoi interni, ascensori, etc.)», Asfo ha scelto di raccomandare l'utilizzo di questi strumenti all'interno dell'ospedale.

In particolare è indicato l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie aeree, da parte degli operatori sanitari, durante tutti i momenti assistenziali negli ospedali (reparti di degenza ordinaria, diurna e ambulatori) e nelle strutture territoriali. Per quanto riguarda invece visitatori/accompagnatori e al personale delle ditte Asfo è richiesto di indossare la mascherina nei reparti di degenza ordinaria e diurna nei servizi diagnostici, nelle aree ambulatoriali e in particolare nelle sale d’attesa di ambulatori. 

Si ricorda, infine, che familiari, accompagnatori e visitatori non devono accedere alle strutture ospedaliere se si è positivi al covid, se si ha sintomi compatibili con il coronavirus, o se si ha avuto contatto con un soggetto positivo negli ultimi 5 giorni.

I dati

In Friuli Venezia Giulia, secondo l'ultimo monitoraggio effettuato dal  Ministero della Salute, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, c'è stato un incremento dell’incidenza, pari a 80 casi ogni 100.000 abitanti nella settimana che va dal 16 al 22 novembre. Una tendenza in crescendo che ha portato il dato fino a 108 casi ogni 100.000 abitanti del 6 dicembre 2023. Parallelamente si è registrato un incremento anche l’occupazione di posti letto che, per quanto concerne l’area medica è passata dal 15% al 19,4% (rilevazioni del 22/11/2023 e 06/12/2023), mentre per la terapia intensiva è variata dall’1,7% al 4,6% (rilevazioni del 22/11/2023 e 06/12/2023). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, crescono i casi: Asfo raccomanda l'uso delle mascherine in ospedale

PordenoneToday è in caricamento