rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
l'indagine

Furti di bici e attrezzi per 400 mila euro: arrestata una banda di romeni

I furti a Pordenone, in provincia di Parma e nell'azienda Pinarello di Villorba

In una serie di furti commessi nel Nordest e in provincia di Parma avevano rubato biciclette, decine di motoseghe e altre attrezzature per un valore complessivo di quasi 400 mila euro. La Squadra mobile della questura di Pordenone ha arrestato una banda di ladri, tutti di nazionalità romena, dopo un'articolata indagine iniziata lo scorso novembre. 
Tutto è partito dopo il furto nel negozio Mania Green di viale Treviso a Pordenone. Dopo aver forzato un cancello sull’entrata secondaria dell’attività, nel giro di pochi minuti la banda ha portato via 60 motoseghe e due gruppi elettrogeni per un valore complessivo di 50 mila euro.
Poche ore dopo i poliziotti hanno ritrovato a Pasiano un Fiat Doblò rubato, e cosparso di polvere di estintore. I rilievi della polizia scientifica hanno confermato che il mezzo, rubato alla ditta Pulitecnica, era stato usato per il furto e da qui è iniziata l'attività investigativa ad ampio raggio. 

La tecnica utilizzata dal gruppo delinquenziale era sempre la stessa: una volta raggiunta l'Italia e a bordo di un’auto con targa romena e scelto gli obiettivi mediante appositi sopralluoghi, i malviventi passavano all’azione di notte raggiungendo le attività commerciali da depredare con auto rubate nelle vicinanze. Concluse le scorrerie, che solitamente avevano una durata di una decina di giorni, il gruppo lasciava il territorio nazionale per tornare in Romania con la refurtiva.
Prima di concludere il giro di furti, i quattro hanno visitato la provincia di Parma e di Treviso. Il 20 novembre in Emilia hanno rubato attrezzature per quasi 30.000 euro in una ferramenta di Sala Briganze Il 22 si sono spostati in Veneto: a Villorba sono entrati nei locali dell'azienda Pinarello e rubato, con due furti in meno di 24 ore, biciclette per un valore di 290 mila euro. 

Dopo un'indagine in collaborazione con la polizia romena, la squadra mobile ha ottenuto dal giudice per le indagini preliminari, Rodolfo Piccin, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. I poliziotti hanno rintracciato e arrestato i quattro, che erano tornati in Italia presumibilmente per nuovi furti, in una struttura ricettiva di Verona. 
In una successiva perquisizione in un appartamento di Nogara, sempre in provincia di Verona, sono state scoperte altre sei biciclette, motoseghe e altro materiale di ferramenta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di bici e attrezzi per 400 mila euro: arrestata una banda di romeni

PordenoneToday è in caricamento