rotate-mobile
il caso / Maniago

«A Maniago ci sono 10 milioni per la sanità ma non si sa nulla»

L'attacco del consigliere regionale Andrea Carli sugli investimenti per ospedale e casa di comunità

"A circa due anni dallo stanziamento di dieci milioni di euro, dell'ospedale e della casa di comunità di Maniago si sa poco o nulla. È mancata in questo periodo la dovuta attenzione e il confronto che ci si sarebbe aspettati dall'Asfo nei confronti dell'amministrazione comunale. La Giunta regionale ha confermato lo stanziamento e garantito un intervento per sbloccare la situazione, da parte nostra non mancherà l'attenzione per lo sviluppo di questa e altre situazioni nel territorio pordenonese".

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Andrea Carli (Pd) a margine della risposta all'interrogazione attraverso la quale chiedeva alla Giunta regionale di rendere note le novità riguardanti la progettazione e la realizzazione dell'ospedale di comunità e della casa di comunità di Maniago.

"Dopo che la Regione decise di realizzare a Maniago uno dei sette ospedali di comunità e una delle 23 case di comunità del Fvg, notizia positiva seppur senza un seguito di informazioni da parte dell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale, ad agosto dello scorso
anno - continua Carli - venne approvato un progetto di fattibilità, ma anche in questo caso è stata scarsa, quasi nulla, la condivisione di informazioni, idee e progetti, tanto da destare una legittima incertezza e preoccupazioni non solo riguardo alle tempistiche di realizzazione, ma anche e soprattutto sulle modalità progettuali. Gli interrogativi riguardano un nuovo edificio oppure la risistemazione dell'edificio storico, quali servizi, quale eventuale integrazione rispetto all'attiguo centro assistenza anziani".

L'amministrazione comunale, spiega Carli, "ha più volte chiesto un confronto al direttore dell'Asfo, senza ottenere il necessario ascolto. Ora, dalla stampa apprendiamo addirittura, da una dichiarazione dell'Asfo, che siano possibili modifiche alla
fattibilità approvata ad agosto 2023. Riccardi, rispondendo all'interrogazione ha confermato lo stanziamento delle risorse previste per Maniago, concordando con la necessità di una condivisione tra Asfo e amministrazione comunale da ora in poi,
non escludendo anche un proprio intervento personale in occasione di future riunioni. Il confronto sarà importante anche per chiarire, una volta completati i "muri", quali saranno i servizi forniti ai cittadini e le risorse umane coinvolte", conclude il
consigliere dem.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«A Maniago ci sono 10 milioni per la sanità ma non si sa nulla»

PordenoneToday è in caricamento