rotate-mobile
la crisi / Porcia

Ancora esuberi all'Electrolux, nel mirino gli impiegati

La multinazionale nel 2024 taglierà i costi per 900 milioni di euro

Si addensano le nubi sul futuro di Electrolux, in particolare per quanto riguarda l'occupazione. La multinazionale svedese ha annunciato il taglio di 3mila posti di lavoro a livello globale: una misura che toccherà l'Italia e quindi potrebbe riguardare anche lo stabilimento di Porcia. 
Azienda e rappresentanze sindacali si sono incontrati in un hotel di Quarto d'Altino in provincia di Venezia, dove Electrolux ha annunciato quali sono le idee per un rilancio del brand. 
L'obiettivo è tagliare i costi per 900 milioni di euro nel 2024. E l'efficientamento dei processi produttivi passa necessariamente anche dal taglio dei costi per il personale: in questo caso si parla però di esuberi su personale indiretto, quindi nei tagli sarebbero coinvolti gli impiegati e non gli operai. 
Nel 2022, Electrolux Italia ha fatturato oltre 1,2 di euro, e i costi per il personale sono stati di 274 milioni. 

Al momento a Porcia sono in corso da mesi contratti di solidarietà per gestire gli esuberi. Per il futuro saranno previste altre misure: l'azienda ha annunciato di non voler ricorrere al licenziamento forzoso. 
Con ogni probabilità sarà quindi lanciato un piano di incentivi per le uscite volontarie, strategia già utilizzata da Electrolux nei vari periodi di crisi per alleggerire il personale. 
Il nuovo incontro tra azienda e sindacati si terrà il 18 gennaio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora esuberi all'Electrolux, nel mirino gli impiegati

PordenoneToday è in caricamento