rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
la nota / Porcia

Crisi Electrolux: «Tutto tace, la politica intervenga»

L'appello del segretario provinciale del Partito Democratico Fausto Tomasello

«Le istituzioni devono dire come sarà gestita la difficile transizione di Electrolux e quali saranno le risposte concrete alle sfide economiche che si profilano all'orizzonte. La produzione di lavatrici, un tempo fiore all'occhiello dell'economia locale, è drasticamente in calo ed è pesante l'ombra di incertezza sugli stabilimenti e sulle vite dei lavoratori». Lo afferma il segretario del Pd provinciale di Pordenone Fausto Tomasello, alla vigilia dell’incontro tra i sindacati e i vertici aziendali di Electrolux sugli esuberi di tremila dipendenti a livello globale».

«Abbiamo un ministro pordenonese e sul fronte del Governo tutto tace – osserva il segretario dem - mentre l'annuncio di tagli del personale ha riversato una sensazione di preoccupazione palpabile tra i dipendenti e le loro famiglie, il cui futuro appare improvvisamente incerto dopo anni di lavoro dedicati alla fabbrica. Con un’interrogazione nel Consiglio comunale di Pordenone abbiamo chiesto un immediato intervento del sindaco Ciriani, che deve attivare relazioni istituzionali e politiche in favore di uno stabilimento strategico per tutto il territorio».

Per Tomasello «purtroppo le istituzioni locali sembrano in attesa degli eventi anziché adoperarsi per prevenire e contenere il deteriorarsi di una situazione sempre più difficile. È tutta la comunità a trovarsi a una svolta critica e in queste circostanze occorre presentarsi con un fronte compatto – precisa l’esponente dem - senza etichette e mettendo al primo posto l’interesse dei lavoratori e del territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Electrolux: «Tutto tace, la politica intervenga»

PordenoneToday è in caricamento