rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Siglata l'intesa per maggiori controlli sulla Cimpello-Sequals

L'assessore Roberti: «Unire le forze per aumentare la sicurezza e ridurre gli incidenti»

Si è tenuto oggi in prefettura a Pordenone l'incontro tra le principali realtà territoriali per far fronte ai problemi legati alla gestione della strada regionale 177 Cimpello-Sequals. Dal confronto è nato un accordo per il supporto operativo tra le Polizie locali (dei Comuni di Fiume Veneto, San Giorgio della Richinvelda, Sequals, Spilimbergo, Valvasone Arzene e Zoppola) e la Polizia Stradale di Pordenone. Un'intesa che servirà ad aumentare i controlli previsti con autovelux mobili oltre i confini di ogni singola competenza municipale.

La zona è stata, purtroppo, al centro di gravi incidenti stradali. L'ultimo, in ordine temporale, è stato lo scontro tra un tir e un veicolo della croce rossa dove persero la vita tre persone.  I controlli in questo caso vanno nella direzione di una maggiore sicurezza e del rispetto delle norme del codice della strada. Oltre al coordinamento tra le Polizie locali e la Polizia Stradale il prefetto di Pordenone Natalino Domenico Manno ha ricordato anche un'altra serie di iniziative, come i quattro autovelox fissi e la nuova segnaletica per la sicurezza in fase di installazione, messe in atto per ridurre l'incidentalità della strada. Il protocollo, firmato dai sindaci dei Comuni che hanno scelto di aderire all'intesa - ha validità fino al 31 dicembre 2024, ma potrà essere prorogato.

«L'importante lavoro di prevenzione - ha affermato l'assessore Roberti - non basta, è necessario agire anche con la repressione; l'Accordo sottoscritto va in questa direzione, attraverso una grande collaborazione tra istituzioni e le Forze di Polizia dello Stato e le Polizie comunali. Chi non rispetta le regole della strada deve sapere che ci sono controlli serrati e relative sanzioni per farle rispettare con il fondamentale obiettivo di salvare le vite delle persone».

La Regione nelle prossime settimane dovrebbe adottare ulteriori misure nell'ambito della legge regionale sulla Sicurezza del 2021. Un regolamento  «che ci permetterà di avviare i Nuclei specialistici delle Polizie locali del Friuli Venezia Giulia». Secondo quanto riportato dall'assessore,  «ogni Comune continuerà a mantenere la propria autonomia per i Corpi di Polizia locale sul territorio, ma ci sarà la creazione di Corpi specialistici con agenti specializzati e competenti su determinate materie: tra queste anche la sicurezza e i controlli stradali, che potranno svolgere servizi sull'intero territorio regionale in via diretta, senza dover passare più da accordi o protocolli locali aumentando così l'efficienza e l'efficacia delle azioni sull'intero territorio regionale».

L'incontro in prefettura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siglata l'intesa per maggiori controlli sulla Cimpello-Sequals

PordenoneToday è in caricamento