rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
I provvedimenti / Centro Storico / Piazza del Popolo

Bollette e affitti più cari, cresce la povertà in provincia

A Pordenone e Udine 150 mila euro ciascuno. Secondo le ultime stime c’è stato un aumento di circa il 20% delle richieste di aiuto

Si è tenuto ieri in Prefettura una riunione dove si è parlato dei possibili politiche  sociali da attuare sul territorio. Questo grazie al Protocollo di intesa sottoscritto tra Fondazione Friuli, Caritas dell'Arcidiocesi di Udine, Caritas della Diocesi di Concordia-Pordenone e Prefetture di Udine e Pordenone. Il programma prevede infatti un finanziamento di 150 mila euro messo a disposizione dalla Fondazione Friuli per ogni provincia. Si tratta di un fondo gestito dalla Caritas alla quale è stato dato il compito di destinare la somma  alle famiglie in difficoltà.

L’incontro

Alla riunione, presieduta dal Prefetto di Pordenone, Domenico Lione, erano presenti sia i sindaci di Sacile e Meduno che gli assessori delle principali realtà del territorio: Pordenone, San Vito al Tagliamento, Azzano Decimo, Maniago, e Spilimbergo. Insieme a loro c’erano anche il Direttore della locale Caritas Diocesana e i referenti dei cinque ambiti socio assistenziali con i responsabili dei servizi sociali. Grazie a questo confronto è stato possibile affrontare il problema partendo dalla situazione provinciale e dalle singole iniziative per contenere il disagio causato dalla crisi economica e geopolitica. Un incontro che si è dimostrato efficace visto il maggior coordinamento nella distribuzione delle risorse. In un contesto dove si registra un aumento di circa il 20% delle richieste di aiuto e una crescita del numero di utenti che non hanno fatto mai richiesta di sostegno agli enti assistenziali, il tema della casa sta avendo un ruolo centrale in questo periodo di forte instabilità nel pordenonese. Per questo le risorse appena stanziate potranno essere usate per pagare affitti, bollette (luce, gas, acqua) e per altri bisogni di prima necessità. In attesa di altre informazione dal prossimo colloquio per la fine di febbraio, verrà comunque avviata un’attività di promozione sul tema del risparmio energetico attraverso opuscoli informativi e la consegna di lampadine a basso consumo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette e affitti più cari, cresce la povertà in provincia

PordenoneToday è in caricamento