Attualità / Sequals

Festa a Sequals per i 60 anni di Afds: in aumento le donazioni di sangue

L'associazione: «Siamo soddisfatti.Ora contiamo di superare le 10.000 donazioni per fine anno».

Si sta tenendo oggi, 24 settembre, a Sequals la festa per il 60 anni dalla fondazione delle due sezioni comunali Afds Sequals-Solimbergo e Afds Lestans. L'evento si svolgerà a Sequals e ospiterà i lavori del 51° Congresso provinciale dell'associazione al quale sarà presente anche l'assessore regionale alla salute, Riccardo Riccardi. Sarà l'occasione per consegnare gli attestati di benemerenza a 669 donatori delle 39 sezioni Afds del Friuli occidentale che si sono distinti per numero di donazioni, nonché alle sezioni che maggiormente hanno contributo alla causa del dono.

Le donazioni

I risultati donazionali premiano l'attività di promozione dell'Afds. «Siamo soddisfatti dell'andamento delle donazioni - dice Verardo - e questo grazie all'attività di promozione e chiamata svolta dalle sezioni. Al 20 settembre scorso, le donazioni di sangue ed emoderivati erano arrivate a 7.346 con un aumento di 551 unità (+8%) rispetto allo scorso anno, quando erano 6.795. Ora contiamo di superare le 10.000 donazione per fine anno. I nuovi donatori, invece, sono 619: l'obiettivo di fine anno è di superare i 764 nuovi donatori del 2022».

La consegna degli attestati

Per l'occasione verranno premiati  669 donatori benemeriti durante il congresso provinciale. Tra loro, domani riceveranno la Goccia d'oro con zaffiro (180 donazioni gli uomini, 145 le donne) Claudio Cusin (Caneva) e Chiara Francescon (Montereale V), la Goccia d'oro con rubino (150 donazioni gli uomini, 120 le donne) Valter Martini (Domanins), la Goccia d'oro con smeraldo (125 donazioni gli uomini, 100 le donne) Luigino Somera (Nave), Roberto Teccolo (San Martino T.), Maurizio Ascone (Spilimbergo) e Gianna Bortolussi (Valvasone) e la Goccia d'oro (100 donazioni gli uomini, 80 le donne) Carlo Basso-Moro, Flavio Faion, Paola Gabelli (Aviano); Licio Dettori (Sacile); Alessandro Senesi (San Quirino); Werther Zuliani (Spilimbergo); Francesco De Lorenzi (Vajont P.G.); Raffaele Marian (Valvasone).

Gli ospiti

Sarà una giornata importante per il volontariato legato al dono del sangue, che vedrà presenti anche i rappresentanti delle sezioni dell'Afds, delle associazioni confederate Fidas della regione Friuli Venezia Giulia e del vicino Veneto. Interverranno al congresso oltre a Riccardi, il dottor Andrea Bontadini, direttore del Dipartimento di medicina trasfusionale di Pordenone e responsabile del Centro regionale sangue, Silverio Thomas, consigliere nazionale Fidas con delega ai giovani che porterà i saluti del presidente Giovanni Musso, il sindaco di Sequals, Enrico Odorico, e i due presidenti di sezione Giacomo Bit per l'Afds Sequals-Solimbergo e Nicole Beltrame per l'Afds Lestans.

«60 anni rappresentano un importante traguardo per queste due sezioni - osserva il presidente provinciale dell'Afds, Mauro Verardo - che hanno già visto passare tre e più generazioni di volontari, come testimonia la sezione di Lestans fondata da Renato Beltrame ed ora presieduta dalla nipote Nicole Beltrame».

L'incontro

Dopo la messa presieduta dal parroco don Leopold Boniface Bikwe, l'incontro è stato aperto dai saluti dei presidenti delle due sezioni ospitanti Giacomo Bit dell'Afds Sequals-Solimbergo e Nicole Beltrame dell'Afds Lestans, i quali hanno ringraziato istituzioni e donatori per il supporto dato in questi sessant'anni di attività del dono. A fare gli onori di casa è stato quindi il sindaco di Sequals, Enrico Odorico: «Oggi il nostro paese sorride - ha detto - un grazie sentito per quello che fate, per noi è un onore avervi a Sequals».

Nel suo intervento, il presidente provinciale Mauro Verardo ha puntato l'attenzione sul calo del numero dei volontari attivi che caratterizza l'associazionismo a livello nazionale, una disaffezione che non risparmia nemmeno l'Afds. Da qui l'appello ai donatori e donatrici a spendersi attivamente per dare supporto al gruppo dei 500 donatori volontari attivi a livello provinciale. «Importante - ha puntualizzato Verardo - è poi il supporto delle istituzioni. Sicuramente ci preoccupa la carenza di personale infermieristico e medico e la conseguente riduzione delle disponibilità giornaliere di donazioni, ma confidiamo nell'attenzione delle istituzioni politiche e sanitarie sul mantenimento e possibilmente miglioramento della situazione attuale. L'esigenza riguarda anche il personale sanitario delle autoemoteche sulle quali l'Afds conta molto in quanto agevolano le donazioni nelle giornate festive e prefestive».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa a Sequals per i 60 anni di Afds: in aumento le donazioni di sangue
PordenoneToday è in caricamento